Cassino, maxi retata dei Carabinieri: undici arresti e due ville sequestrate (foto)

Le ordinanze emesse dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma hanno colpito gli appartenenti da due famiglie rom accusati di usura, estorsione e spaccio di droga. Sigillato anche un circolo ricreativo nel quartiere San Bartolomeo

È in corso dalle prime ore della mattinata una vasta operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone e dei militari della compagnia di Cassino coordinati dal capitano Ivan Mastromanno. Undici le persone tratte in arresto poiché colpite da una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del tribunale di Roma su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia; parte delle persone arrestate risultano appartenere ad una unica famiglia di etnia Rom Morelli /Spada, stabilmente residente nel quartiere popolare San Bartolomeo del comune di Cassino e sono ritenute responsabili a vario titolo dei reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga, usura ed estorsione. 

Patrimonio sequestrato

È in corso anche l’esecuzione di un decreto di sequestro preventivo, emesso sempre dal gip del tribunale di Roma a carico degli indagati. I sequestri riguardano 3 alloggi di proprietà dell’Ater, 1 locale adibito a circolo ricreativo, 3 terreni e 2 ville per un valore complessivo stimabile intorno al milione di euro.

seguono aggiornamenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus, le prime ordinanze dei Sindaci ciociari: quarantena per chi arriva dal Nord

  • Cassino sotto choc, muore dopo un grave malore il professor Raffaele Di Mambro

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

  • Comandante della Polizia Locale muore durante la sfilata dei carri del carnevale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento