Cassino, muore in corsia e viene derubata di soldi e bancomat

Sciacalli in azione al 'Santa Scolastica': i familiari di una pensionata presentano denuncia ai carabinieri

Derubata del bancomat e dei pochi averi nei momenti successivi alla morte. Una storia che ha dell’incredibile e che umanamente tocca il cuore di chi la sta scrivendo.

A denunciare ogni fatto ai carabinieri sono stati il nipote e i familiari più stretti di una pensionata di 83 anni, la signora Ester, nata e residente Roma che, nella notte tra mercoledì e giovedì, è deceduta per un improvviso arresto cardiaco nel reparto di Ortopedia dell’ospedale ‘Santa Scolastica’ a Cassino.

Una donna forte e lucida che, nei giorni scorsi, dopo una rovinosa caduta in città, aveva dovuto sottoporsi ad un intervento chirurgico al Femore. Un’operazione riuscita sotto tutti gli aspetti. La pensionata era in fase di recupero tanto che presto sarebbe stata dimessa. E tanto da scherzare fino a qualche ora prima con i parenti arrivati dalla Capitale per farle visita.

La morte improvvisa

A stroncarla un’improvvisa crisi. Una morte inaspettata per tutti. Nipoti e sorella hanno fatto ritorno precipitosamente a Cassino, da Roma non appena avvertiti dai responsabili del reparto. La tristezza ed il dolore per una perdita improvvisa sono divenuti una ferita all’anima quando, i nipoti, si sono resi conto che dalla borsa della zia erano spariti il portafoglio e il contenitore con il bancomat e il codice pin.

E’ bastato controllare in banca per scoprire che qualcuno poco dopo la morte della pensionata aveva preso ed effettuato un’operazione di prelievo dal conto, lasciandolo completamente in rosso.

Lo sconcerto dei parenti

“Non avremmo mai immaginato – ci spiega uno dei nipoti della sfortunata signora – che ci fossero persone tanto bieche e senza cuore. La somma prelevata non è importante ma il gesto è di una gravità inaudita. Queste cose non possono e non devono accadere negli ospedali, luoghi di sofferenza e come in questo caso anche di morte. Sciacalli simili non posso stare accanto ai malati, sia professionalmente che umanamente parlando”.

I carabinieri della stazione di Cassino e i colleghi del Norm della Compagnia, diretti dal tenente Emanuele Grio, stanno ora portando avanti tutti le indagini necessarie ad individuare chi possa aver rovistato nella borsa della defunta e successivamente prelevato la somma dal bancomat.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, da Frosinone 700 mila mascherine riutilizzabili fino a 50 volte

  • Coronavirus, bollettino 25 marzo: morto, purtroppo, il 62enne frusinate Gaetano Corvo, docente in pensione

  • Coronavirus in Ciociaria: non uno ma due morti. In tutto 167 positivi, anche alla Città Bianca

  • Coronavirus, scoppia il caso Città Bianca: ben 16 positivi nella Casa di Cura di Veroli

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

  • Coronavirus, la voglia di asparagi e delle amanti non ferma i ciociari, altra raffica di denunce

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento