Cassino, offende una collega e viene licenziato: reintegrato dal giudice del Lavoro

Protagonista della vicenda un operaio dello stabilimento FCa-Alfa Romeo che era stato allontanato dopo il diverbio con una compagna di turno.

Ha avuto un alterno con una collega, durante il turno di lavoro all'interno dello stabilimento FCA - Alfa Romeo di Piedimonte San Germano. Sono 'volati' insulti, grida e anche uno spintone. Per questo motivo un operaio residente nel Cassinate è stato licenziato. Un'azione inaspettata, quella messa in atto dall'azienda, che ha portato l'uomo a rivolgersi agli avvocati Sandro Salera e Carlo Beneduci che hanno presentato ricorso al Giudice del Lavoro. 

Il risarcimento danni

Il magistrato, dopo una lunga camera di consiglio ed accogliendo la tesi difensiva, pur acclarando che c'era stato il diverbio tra i due (come raccontato da diversi testimoni), la mancanza dell'operaio non avrebbe inciso sulla produzione lavorativa. Il tribunale ha quindi dichiarato illegittimo il licenziamento e disposto l'immediato reintegro dell'operaio che dovrà anche essere risarcito del danno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, al via le assunzioni a Leroy Merlin. Ecco come fare a candidarsi

  • Cassino, 'piove' un chilo di droga dal controsoffitto del centro commerciale

  • Scopre il marito con l'amante e con l'auto sfonda parte di un'attività commerciale

  • E' morto Tonino Cianfarani, l'assassino di Samanta Fava

  • Scontro tra tir in A1 tra Arezzo e Valdarno, ferito un 39enne di Frosinone

  • Cassinate, la storia di Giovanni Nardelli: da studente di periferia a manager di successo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento