Cassino, botte da orbi e martellate sulla porta dal parte dell'ex compagno aiutato dalla madre

La denunciare i due sono stati gli agenti del commissariato di Polizia dopo un'indagine che ha fatto emergere uno stato di degrado sociale senza precedenti e molto pericoloso

Il commissariato di Cassino

Non solo botte, maltrattamenti, minacce di morte, violenze fisiche e psicologiche anche davanti ai bambini ma anche una porta distrutta a colpi di martello e con la complicità di una suocera dispotica e aggressiva. Questo l'incubo vissuto per anni da una giovane donna residente nel Cassinate che dopo aver trovato il coraggio ha sporto denuncia presso il commissariato di Polizia.

Picchiata anche dalla suocera

I successivi accertamenti portati avanti dal personale investigativo del vice questore Alessandro Tocco hanno fatto emergere una storia che ha dell'incredibile e dove, un'altra donna, l'ex suocera della vittima, aveva ruolo predominante. Stanca di subire queste vessazioni nonostante terrorizzata dalla situazione, la ragazza ha quindi sporto denuncia nei confronti dei due aguzzini, 70 anni lei e 36 lui, che ora dovranno rispondere dei reati di maltrattamenti in famiglia, atti persecutori, minacce di morte, in concorso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Sora, poliziotti presi a pugni e feriti durante un posto di blocco

  • Dopo 36 anni, niente rinnovo del passaporto per una multa da 50 mila lire

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento