Cassino, sequestrate 227 confezioni di sigarette elettroniche in una rivendita

I prodotti erano posti in vendita privi delle obbligatorie indicazioni di etichettatura e di sicurezza in lingua italiana. Il valore della merce sottratta alla vendita è pari a 6000 euro. 

Mentre in rete il dibattito sulla nocività del fumo delle sigarette elettroniche trova sempre più spazio è di queste ore la notizia che il NAS dei carabinieri di Latina, nel corso di controlli a tutela della salute dei non fumatori, ha sottoposto a sequestro amministrativo 227 confezioni di essenze profumate per sigarette elettroniche presso una rivendita ubicata a Cassino nel sud della provincia di Frosinone.

I prodotti erano posti in vendita privi delle obbligatorie indicazioni di etichettatura e di sicurezza in lingua italiana. Il valore della merce sottratta alla vendita è pari a 6000 euro. 

Fanno male le sigarette elettroniche?

“Sul mercato dai primi anni duemila, le e-cig o in italiano sigarette elettroniche – spiegano gli esperti sul sito fondazioneveronesi.it - sono oggetti d'uso e di ricerca molto recenti, se si pensa che per attestare i danni del fumo di sigaretta ci sono voluti decenni di osservazione sui consumatori. L'attenzione è massima dopo gli allarmi dagli USA, dove questa estate si sono registrati casi anche letali di malattie respiratorie gravi dovute all'utilizzo di sigarette elettroniche, probabilmente alterate con l'aggiunta di altre sostanze nei liquidi (in molti casi THC). Ora un articolo sul British Medical Journal fa il punto di quanto si sa degli effetti delle sigarette elettroniche sulla salute respiratoria, analizzando gli studi di qualità disponibili sino ad oggi.

“Gli studi mostrano effetti negativi misurabili sulla salute e sulle cellule dei polmoni, nelle persone, negli animali e sui campioni di tessuto analizzati in laboratorio» ha spiegato Rob Tarran, uno degli autori dell'indagine, professore di biologia cellulare e fisiologia della University of North Carolina. Sono comunque meno dannose delle sigarette tradizionali per i nostri polmoni? La risposta dei ricercatori americani è rigorosa: non possiamo dirlo con certezza, gli anni di studio sono ancora troppo pochi. Inoltre è complicato raggiungere conclusioni generali poichè i prodotti in commercio sono molto diversi per tecnologia delle apparecchiature, per composizione dei liquidi e concentrazione delle diverse sostanze (in genere glicole propilenico, glicerina, nicotina, aromi, ma sono state rilevate varie sostanze nocive come metalli pesanti e aldeidi). Ecco in sintesi quanto hanno raccolto gli autori dell'indagine”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alatri, tragedia a Tecchiena: scoppia bombola di gas e muore un anziano. Identificata la vittima

  • Coronavirus, bollettino 25 marzo: morto, purtroppo, il 62enne frusinate Gaetano Corvo, docente in pensione

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, scoppia il caso Città Bianca: ben 16 positivi nella Casa di Cura di Veroli

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento