Ceccano, muore in ospedale il 23enne Stefano Malizia, vittima di un drammatico incidente lungo la Consortile

Il giovane non ha superato la notte dopo che era stato ricoverato allo “Spaziani” in codice rosso. Ferito gravemente anche il padre Giovan Battista. Ecco chi era Stefano

Stefano Malizia

Il fine settimana, purtroppo, in Ciociaria si è aperto con la tragica notizia della morte del 23enne di Ceccano Stefano Malizia. Il ragazzo ieri sera era a bordo delle sua Opel Corsa, insieme al padre, quando, per cause ancora da chiarire, si è scontrato violentemente con una Mini sullo stradone ASI nei pressi del depuratore.

L‘impatto violentissimo e la corsa in ospedale

Un impatto violentissimo che ha distrutto le due autovetture. La scena che si è presentata ai primi soccorritori è raccapricciante. I corpi dei due occupanti della Opel ancora incastrati tra le lamiere. Il ragazzo è stato portato in codice rosso al 'Fabrizio Spaziani' di Frosinone ma le ferite riportate non hanno lasciato spazio a speranze. I medici hanno fatto di tutto per salvarlo ma in nottata, purtroppo, è morto lasciando nello sconforto più totale i familiari e gli amici.

Anche il padre ricoverato in ospedale

Nell’incidente, inoltre, è rimasto ferito anche il padre di Stefano, Giovan Battista Malizia di 68 anni, che è ricoverato in ospedale. Al 'Fabrizio Spaziani' anche il conducente dell’altra auto. Sul posto i carabinieri di Ceccano per la viabilità e per i rilievi di legge.

Chi era Stefano

La notizia della scomparsa di Stefano Malizia di soli 23 anni, ha lasciato senza parole l'intera collettività fabraterna. Soltanto due settimane fa il ragazzo aveva perso la madre che da tempo soffriva di una grave malattia. 

La sfortuna

Stefano che era rimasto da solo con il padre Giovan Battista ed il fratello maggiore in quella casa ubicata nella zona della "Pescara", stava lentamente riprendendosi da quella grave perdita. A confortarlo la fidanzata Chiara, una studentessa in biologia di venti anni che frequenta l'università di Viterbo. Non appena aveva qualche momento libero, la ragazza tornava a Ceccano per riabbracciare il suo amato Stefano.

Il futuro insieme alla fidanzata

Insieme stavano progettando il loro futuro. Ma un destino beffardo ha spazzato via tutto, i progetti, desideri e speranze di una giovane coppia. La sua vita è stata spezzata lungo la Consortile Asi, nel momento in cui la pioggia battente stava flagellando l'intero territorio frusinate. Stefano, soccorso da una ambulanza del 118 ha lottato per alcune ore tra la vita e la morte. Purtroppo le lesioni riportate non hanno dato scampo al 23enne che è spirato durante la notte. In gravissime condizioni il papà che ha riportato la perforazione di un polmone a causa di alcune costole fratturate. Mentre scriviamo il genitore si trova ancora in sala rianimazione.

La cena mai fatta

Tornando alla morte del povero Stefano, ieri sera gli amici e la stessa fidanzata lo stavano aspettando perché avevano organizzato una cena in un locale. Nulla lasciava presagire quello che è accaduto in seguito. Soltanto intorno alle 21 vedendo che il giovane non arrivava, i ragazzi hanno cominciato a tempestare il suo cellulare di chiamate. Ma dall'altra parte nessuna risposta. 

La tragica notizia 

Soltanto in tarda nottata è arrivata la notizia dell'incidente e del suo decesso. Una morte che ha lasciato nella più completa disperazione non solo la sua Chiara ma tutte quelle persone che  avevano avuto modo di conoscerlo e di apprezzare le sue qualità umane. Era buono Stefano, buono e generoso, sempre pronto a schierarsi dalla parte di chi  sentiva più debole. Simpatico, gioioso e solare, amava la vita nonostante tutto, nonostante il grande dolore che si portava dentro. Adesso è in cielo con la sua mamma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, commozione e lacrime al funerale di Giuseppe Sinibaldi (foto)

  • Fuori in permesso, non fa ritorno al carcere di Frosinone. Ricercato un pericoloso detenuto

  • Maltempo, dopo la pioggia è il forte vento a fare danni in Ciociaria. A Cassino grosso albero cade su via Casilina (foto)

  • La storia: "Se mio padre è ancora vivo lo debbo ai cardiologi dello Spaziani di Frosinone"

  • Cassino, muore in ospedale a soli 54 anni dopo due giorni di ricovero: aveva coliche addominali

  • Ripi, sorprende il ladro in casa e lo insegue con la macchina, ma il malvivente riesce a fuggire

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento