Ceprano, giornalista muore dopo essere stata al pronto soccorso, sequestrata la salma

Simona Viselli, 47 anni, accusava dolori al petto ed al braccio e per questo si era recata in ospedale. Ma dopo la visita era ritornata a casa. La Procura di Frosinone ed i carabinieri hanno aperto un'indagine

A soli 47 anni muore a distanza di poco tempo dalla visita effettuata al pronto soccorso. La procura  sequestra la salma. La tragedia si è consumata nella giornata di venerdì quando Simona Viselli, giornalista e collaboratrice per anni del quotidiano La Provincia, si era recata presso il pronto soccorso di Alatri accusando forti dolori al petto ed al braccio sinistro.

La visita in ospedale

Da indiscrezioni trapelate sembra che i medici del nosocomio di Alatri l'avevano sottoposta a tutti gli accertamenti del caso. Una volta terminati gli esami Simona Viselli aveva fatto ritorno nella sua abitazione di Ceprano. Ma proprio tra le mura domestiche la situazione era precipitata. La donna aveva cominciato ad avere forti dolori al petto ed al braccio. La madre ha subito allertato i medici dell'Ares 118. Ma quando i sanitari del servizio di soccorso sono arrivati in via Colle Frattuccio per la giornalista non c'era più nulla da fare.

Il sequestro della salma

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Ceprano che hanno informato la Procura di Frosinone. Il magistrato ha disposto il sequestro della salma. Con tutta probabilità già nella giornata di  domani verrà effettuata l'autopsia che dovrà accertare le cause del decesso ed escludere eventuali responsabilità da parte del personale ospedaliero che l'aveva visitata.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento