Colleferro, Marco Lanna due notti tra i maiali per smaltire la delusione amorosa

Sarebbe stata una forte delusione amorosa che avrebbe fatto cadere in depressione il “pastorello Serafino” (come lo chiamavano gli amici), alias Marco Lanna, 32 anni di Artena,  che si è allontanato dal posto di lavoro, facendo scattare per due...

Sarebbe stata una forte delusione amorosa che avrebbe fatto cadere in depressione il “pastorello Serafino” (come lo chiamavano gli amici), alias Marco Lanna, 32 anni di Artena, che si è allontanato dal posto di lavoro, facendo scattare per due giorni il meccanismo di salvataggio tra le diverse forze istituzionali e i volontari della Protezione Civile, che aveva funzionato perfettamente.“E’ rientrato a casa verso le 20,30 di domenica sera- ci dice il Sig. Biancu- l’ho rifocillato, gli ho fatto fare una doccia e poi verso le 23,00 l’ho accompagnato dai Carabinieri perché era giusto cosi” . Cosa ti ha raccontato il ragazzo? Che ha passato queste due notti nella porcilaia dei Doria, un posto peraltro abbastanza caldo, anche perché la temperatura si era fortemente abbassata vicino allo zero. L’ho visto un pochino frastornato. Questa mattina, poi, l'ho riaccompagnato a lavoro”. Fino qui il racconto del datore di lavoro Sig. Biancu. Insomma, il 32enne Marco ha giocato davvero un brutto scherzo a tutto il meccanismo e allo stesso datore di lavoro, che gli ha chiesto la documentazione per metterlo in regola con i contributi previdenziali.

Quindi tutto è bene quel che finisce bene. Ieri pomeriggio, il grande schieramento dei Volontari della Protezione Civile di: Anagni, Valmontone, Segni, Cave, Artena, Paliano i ragazzi del moto club di cross di Colleferro, si erano messi a disposizione dei Carabinieri della Compagnia di Colleferro, coordinati dal Cap. Emanuele Meleleo e guidati dal Maresciallo Paolo Bernabei sul posto, insieme al centro di ascolto dei Vigili del Fuoco di Roma ed ai colleghi di Colleferro, alla Polizia di Stato, agli agenti del Corpo Forestale dello Stato, agli agenti di Polizia Locale, ed agli agenti di Polizia Provinciale, nionché ai cani labrador dei Vigili del Fuoco Nanà e Lara, che sono stati i primi a trovare le tracce fino a sotto il Casale dei Doria, dove sono poi stati trovati i vestiti, che in un primo momento non sembravo del pastore scomparso, ma appartenenti al fratello. Poi nella mattinata di domenica mattina a dare man forte per le ricerche è arrivato anche il cane Giove di razza Bloudhound, del Centro Cinofilo Carabinieri di Firenze, che ha portato a spasso, nel tardo pomeriggio, tutta la troupe di ricerca fino a sotto l’outlet di Valmontone. Qui si sono scatenate le voci che facevano pensare al peggio. Poi intorno alle 20,30 le ricerche si chiudevano, pronte per essere riprese questa mattina. Invece il colpo di teatro verso le ore 23,00 quando Biancu e Marco Lanna si sono presentati alla Caserma dei Carabinieri di Piazza Italia, facendo scattare immediatamente le misure di chiusura delle indagini. Ai carabinieri il giovane avrebbe dichiarato che voleva distrarsi dal lavoro per vivere ancora più solo ed è parso subito rasserenato. Anche se, come ci ha confermato il Capitano Meleleo, le indagini non si fermano qui.

Giancarlo Flavi

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Marco Luccarelli è scomparso da una settimana. L'appello del padre: "aiutatemi a ritrovare mio figlio"

  • La moglie muore in ospedale, il marito indagato per maltrattamenti e lesioni

  • Dottoressa dell'Inail minaccia disabile augurandogli di non poter camminare più

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento