Coreno Ausonio, Domenico Parente finisce con lo scooter in una scarpata e muore

L'operaio FCA di 62 anni stava percorrendo via Serra alla periferia del paese quando è stato notato da una passante mentre sbandava e finiva tra i rovi. Inutile ogni soccorso. Sul posto anche un'eliambulanza

E' finito con lo scooter in una scarpata ed è morto. Domenico Parente, operaio FCA di 62 anni, è deceduto nel tardo pomeriggio di ieri in via Serra alla periferia di Coreno Ausonio nel sud della provincia di Frosinone. L'uomo, conosciuto e stimato da tutti in paese, stava percorrendo la strada in sella a suo due ruote quando, forse per un malore, forse per un momento di distrazione, ha perso il controllo finendo in una scarpata.

La testimonianza

L'intera scena è stata notata da una passante che ha immediatamente dato l'allarme. Sul posto sono arrivati i Vigili del Fuoco del distaccamento di Cassino, i medici dell'Ares 118, un'eliambulanza ed i carabinieri della stazione di San Giorgio a Liri e i colleghi della Compagnia di Pontecorvo diretti dal capitano Tamara Nicolai. Ogni tentativo di rianimare l'uomo è stato inutile. Il magistrato di turno Valentina Maisto ha disposto che la salma di Domenico Parente venga sottoposta ad autopsia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, al via le assunzioni a Leroy Merlin. Ecco come fare a candidarsi

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale, salvata da un infermiere

  • Morte di Simone Maini, indagati un ingegnere e i due agricoltori. Oggi l'ultimo saluto

  • Omicidio Mollicone, le struggenti parole del militare-poeta

  • Cassinate, la storia di Giovanni Nardelli: da studente di periferia a manager di successo

  • Scontro tra tir in A1 tra Arezzo e Valdarno, ferito un 39enne di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento