Coronavirus, primo decesso in Ciociaria: è un anziano ricoverato a Cassino

L'uomo è spirato nel corso della notte all'ospedale 'Santa Scolastica'. La Regione rende noti i dati: sono 280 le persone in quarantena domiciliare in tutta la provincia. Attivati sette posti in terapia intensiva e sei in malattie infettive

E' deceduto nel corso della notte uno dei quattro anziani ricoverato al 'Santa Scolastica' di Cassino, nel sud della provincia di Frosinone, perché affetti da Coronavirus. L'uomo, residente in un paese dell'hinterland ciociaro aveva settantacinque anni e da qualche giorno era affetto da polmonite virale. E' in corso un'indagine epidemiologica. Intanto gli altri tre infetti sono stati trasferiti in altri ospedali nel corso della nottata. La presidenza del Consiglio Regionale del Lazio e l'Asl hanno reso noti i dati ufficiali inerenti la provincia di Frosinone. Sono stati attivati 7 posti di terapia intensiva e 6 posti aggiuntivi di malattie infettive. Sono 280 in sorveglianza domiciliare ed è stata attivata la consegna domiciliare dei farmaci per pazienti fragili.

L'ospedale da campo

Nella giornata di ieri, dopo che era arrivata la conferma della presenza di quattro degenti infetti nel reparto di pneumologia, Asl e Prefettura hanno disposto l'installazione di un ospedale da campo innalzato in poche ore dalla Protezione Civile. Una sorta di pre-triage di accoglienza per evitare che, coloro ritenuti portatori sospetti, possano il divulgare il virus anche al pronto soccorso. 

Contagiati eccellenti

Nella giornata di ieri a risultare positivo al Coronavirus è stato il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti che ora è in quarantena domiciliare con l'intera famiglia. Negativo al tampone il presidente del consiglio regionale Mauro Buschini, come confermato in una nota inviata alla stampa. "Sono risultato negativo al test del tampone per il Coronavirus, effettuato in via precauzionale. Continuerò a seguire le indicazioni stabilite dal governo e dall'ordinanza della Regione Lazio ed invito tutti i cittadini ad osservarle anche se queste possono causare una temporanea modifica alle abitudini di vita: comportamenti non idonei mettono a rischio la parte più fragile della nostra comunità. Un abbraccio al Presidente Nicola Zingaretti e un pensiero di sincera vicinanza alle persone colpite dal virus. È un momento complicato, ma usando la testa e seguendo la scienza, grazie anche al nostro sistema sanitario, ne usciremo".

Giunta regionale negativa al tampone

A seguito della comunicazione da parte del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti della positività al Covid-19, i membri della Giunta e lo staff più stretto del Presidente sono stati sottoposti al tampone. I risultati hanno dato esito negativo. Ha avuto esito positivo un tampone effettuato sulla segretaria di Zingaretti al Partito democratico. È stata inoltre avviata la sanificazione di tutti gli uffici della Regione Lazio che dovrebbe concludersi martedì 10 marzo e comunque fino al completamento dell’intera sanificazione gli uffici della Giunta di via Cristoforo Colombo e quelli del Consiglio regionale di via della Pisana rimarranno chiusi per tutti i dipendenti. Nei prossimi giorni sarà programmata la sanificazione di tutte le sedi regionali. La Giunta regionale e lo staff continueranno ad operare seguendo scrupolosamente le prescrizioni mediche. La Regione Lazio proseguirà comunque nella sua attività garantendo anche in questi giorni l’ordinaria amministrazione tramite smart working e gli uffici decentrati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Avviata la sanificazione

"Il lavoro della Regione e della giunta - spiega il vicepresidente della Giunta Daniele Leodori - va avanti con ancor più energie e determinazione in costante raccordo con il presidente Zingaretti. Voglio ringraziare i sindaci, le strutture ospedaliere, i tanti professionisti dalla scuola alla sanità alle forze dell'ordine che in questi giorni stanno lavorando in modo straordinario per la serenità dei cittadini e per affrontare queste giornate particolari con un forte senso di comunità che ci farà uscire da questa emergenza. Grazie ai volontari delle associazioni laiche e cattoliche che hanno moltiplicato le energie per dare forza alla nostra rete di solidarietà. A tutti è richiesta una serena ma forte responsabilità a seguire le indicazioni e le prescrizioni igieniche. Usiamo la testa e vinceremo".

Le parole di Zingaretti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Ceccano, è Marcello Pisa il morto trovato nel carrello. Nuovi dettagli raccapriccianti

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Ceccano, Marcello Pisa morto non lontano dal carrello in cui è stato trovato

  • Scandalo alla Croce Rossa, il presidente denuncia ammanchi per 300 mila euro

  • Amazon a Colleferro, al via la selezione per i magazzinieri. Ecco come fare per candidarsi

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento