Cultura,Designati i cinque libri finalisti del Premio Strega 2016

Il prestigioso Premio letterario Strega edizione 2016 è ormai giunto alla stretta finale, con la chiusura del seggio elettorale per la prima votazione, quella che ha designato i cinque finalisti del Premio Strega, promosso dalla Fondazione Maria e...

Il prestigioso Premio letterario Strega edizione 2016 è ormai giunto alla stretta finale, con la chiusura del seggio elettorale per la prima votazione, quella che ha designato i cinque finalisti del Premio Strega, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Liquore Strega con il sostegno di Roma Capitale e Unindustria Unione degli Industriali e delle Imprese Roma Frosinone Latina Rieti Viterbo. Come sempre Casa Bellonci è stata gremita da molti degli Amici della domenica, il corpo elettorale del premio, eredi di un rito che si ripete solennemente da settant’anni. Al termine dello spoglio dei voti arrivati nella giornata di oggi (408 su 460 votanti, pari all’88,69%; 4 schede nulle), il presidente di seggio Nicola Lagioia, vincitore del Premio Strega 2015, ha descritto l’andamento dei voti pervenuti per via telematica nelle settimane precedenti. La somma dei voti elettronici e delle schede cartacee ha delineato la cinquina degli autori e dei libri finalisti del Premio Strega 2016, che sono: La scuola cattolica (Rizzoli) di Edoardo Albinati con voti 202, L'uomo del futuro (Mondadori) di Eraldo Affinati con voti 160, Se avessero (Garzanti) di Vittorio Sermonti con voti 156, Il cinghiale che uccise Liberty Valance (minimum fax) di Giordano Meacci con voti 138 e La femmina nuda (La nave di Teseo) di Elena Stancanelli con voti 102.

I voti degli altri candidati esclusi dalla seconda votazione dell’8 luglio: L’addio (Giunti) di Antonio Moresco con voti 94, La figlia sbagliata (Frassinelli) di Raffaella Romagnolo con voti 77, Dove troverete un altro padre come il mio (Ponte alle Grazie) di Rossana Campocon voti 71, La reliquia di Costantinopoli (Neri Pozza) di Paolo Malaguti con voti 69, Le streghe di Lenzavacche (e/o) di Simona Lo Iacono con voti 67, Conforme alla gloria (Voland) di Demetrio Paolin con voti 50 e Dalle rovine (Tunué) di Luciano Funetta con voti 26. Questo risultato comprende i voti dei 400 Amici della domenica, a cui da qualche anno si aggiungono i voti di 40 lettori forti selezionati da librerie indipendenti italiane associate all’ALI e 20 voti collettivi provenienti da scuole, università e Istituti Italiani di Cultura all’estero, per un totale di 460 aventi diritto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Scappa di casa con la figlioletta. Torna, la lascia con il padre e se va dal suo nuovo amore conosciuto in rete

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento