Ferentino, picchiava la moglie e abusava della figlia, albanese indagato per violenza sessuale

L'uomo che aveva picchiato la moglie perchè si era dimenticata di comprargli il vino avrebbe abusato della figlia, oggi 17enne, da quando aveva 12 anni

Qualche mese fa E.G. un albanese di 51 anni era salito alla ribalta delle cronache perchè aveva picchiato la moglie che si era dimenticata di comprargli il vino. Per la cronaca quella era stata soltanto l'ultima aggressione fisica di una lunga serie. Ma quando la donna, una casalinga  di 39 anni  aveva  finalmente denunciato il marito per maltrattamenti, percosse e violenza sessuale ( sovente l'uomo  la costringeva ad avere rapporti sessuali contro  la sua volontà) era venuta fuori una verità ancora più agghiacciante.

L'uomo avrebbe molestato sessualmente la  figlia più grande  da quando aveva 12 anni di età. Secondo  quanto  dichiarato  dalla  ragazzina oggi 17enne, il genitore non  perdeva occasione per palpeggiarla ed infilarle le mani nel pigiama e toccarla nelle zone intime. Per tale motivo il pubblico ministero Barbara Trotta ha chiesto un incidente probatorio. 

Il padre al momento è indagato per violenza sessuale. Per quanto riguarda invece i reati  di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale nei confronti della moglie, l'albanese dovrà  comparire alla sbarra il 18 dicembre prossimo. Il  giudice ha disposto il giudizio immediato. L'uomo è difeso dall'avv. Antonio Ceccani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale, salvata da un infermiere

  • Cassino, fiumi di droga dagli appartamenti Ater al resto della città. Ecco chi sono i sei arrestati (foto e video)

  • Morte di Simone Maini, indagati un ingegnere e i due agricoltori. Oggi l'ultimo saluto

  • Bimbo di tre anni precipita dal secondo piano mentre gioca con una sedia (video)

  • Omicidio Mollicone, le struggenti parole del militare-poeta

  • Simone Maini esce di strada con l’auto e muore tra le lamiere

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento