Getta rifiuti su Via Anticolana, individuato e multato di 600 euro

Un uomo del nord della Ciociaria è stato beccato dai carabinieri che hanno scoperto anche la sua lunga fedina penale

Foto di Archivio

Con la fedina penale lunga come autostrada ha “arricchito” il suo curriculum delinquenziale con una denuncia per abbandono di rifiuti. Stiamo parlando di un 41enne delle zone a nord della Ciociaria che nelle ore scorse è stato smascherato dai carabinieri della locale Stazione sempre vicini alle problematiche legate all’ambiente

Il controllo dei rifiuti

L’uomo hanno identificato e contravvenzionato l’autore di un abbandono di rifiuti avvenuto lo scorso dicembre nel citato centro. L’attività svolta tramite il controllo minuzioso dei rifiuti domestici abbandonati, ha consentito di raccogliere granitici elementi di colpevolezza a carico di colui che aveva abbandonato lungo la S.R. Anticolana alcuni scarti domestici ed urbani.

La multa di 600 euro

Si tratta, come detto, di un 41enne della zona (già censito per reati inerenti agli stupefacenti, furto, frode informatica, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale, nonché “Avvisato orale”) e sanzionato dai militari con una contravvenzione di 600 euro. Sono state avvisate, altresì, le Autorità comunali e provinciali per la sistemazione del luogo oggetto dello scarico abusivo.

Il plauso dell'amministrazione comunale

“Salutiamo con estremo piacere l’operazione del comando stazione dei Carabinieri di Fiuggi, agli ordini del maresciallo Raffaele De Somma, che ha portato alla luce il responsabile di uno scarico di rifiuti abbandonati”. Il sindaco Alioska Baccarini e il consigliere delegato all’ambiente Marco Paris, in una nota congiunta, proseguono: “L’ambiente, la tutela e la salvaguardia del nostro territorio sono una priorità di questa amministrazione, considerato che Fiuggi ha una conformazione molto particolare e unica. Il problema dei rifiuti abbandonati, sempre mal gestito dalle amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni, può essere contrastata con delle azioni mirate di prevenzione e repressione dei reati ambientali, come la recente operazione dei Carabinieri di Fiuggi ha dimostrato.

Non si abbassa la guardia sui reati ambientali

Raccogliere elementi di colpevolezza a seguito di un’ispezione del rifiuto può certamente rappresentare un elemento in più nella lotta a questo tipo di reato davvero spiacevole, che inquina il nostro ambiente e quello dei nostri figli. Ringraziamo altresì le forze dell’ordine, le Guardie Forestali, la Polizia Locale e tutti coloro che sono in prima linea nella lotta all’abbandono dei rifiuti, perché scoprire gli autori dei reati ambientali ci consente anche di risalire ad eventuali evasori della tassa sui rifiuti solidi urbani, evitando che siano i cittadini onesti a pagare sempre il prezzo più alto. Non ci saranno sconti a chi inquina – hanno concluso i due amministratori – e utilizzeremo ogni mezzo a nostra disposizione per raggiungere questo obiettivo di civiltà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due carabinieri investiti da una macchina che ha forzato il posto di blocco

  • Pontecorvo, dopo lo schianto di ieri sera in via Leuciana muore anche Luca Forte

  • Cassino, cade in un tombino lasciato aperto e si rompe la faccia

  • Inchiodato l'autore del pestaggio al Fornaci Village

  • Sora, pacchi alimentari della Caritas ritrovati tra i rifiuti, uno schiaffo alla povertà

  • Pontecorvo, commozione e lacrime ai funerali di Luca Forte (foto e video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento