Agli arresti domiciliari continuavano a spacciare. Due nigeriani trovati con oltre 200 gr di stupefacente

Ancora un blitz antidroga nelle campagne di Alatri per la droga che sarebbe arrivata in zona stazione a Frosinone

Nonostante fossero stati beccati solo qualche giorno fa e nonostante fossero agli arresti domiciliari continuavano a spacciare come se niente fosse e la droga, questa volta sono stati trovati dagli uomini della Questura di Frosinone con 200 gr di erba, dalle campagne di Alatri arrivava alla stazione ferroviaria del capoluogo.

La priamo operazione antidroga di qualche giorno fa

Mettendo a frutto la conoscenza sempre più approfondita del tessuto sociale cittadino del capoluogo, nel tardo pomeriggio di ieri gli uomini delle volanti, nel quadro di una complessa attività di prevenzione contro la recrudescenza del fenomeno dello spaccio e dei reati predatori nei pressi della locale stazione ferroviaria effettuavano, un blitz in un’abitazione ubicata nelle campagne del comune di Alatri.

La droga in casa

Nella circostanza hanno scovato all’interno dei locali, meticolosamente occultati nelle stanze da letto, nella cucina e nelle pertinenze dell’abitazione, circa due etti di sostanza stupefacente del tipo ”marijuana” suddivisa in 8 panetti con tutto l’occorrente per il confezionamento, compreso un bilancino di precisione.

La sostanza sarebbe stata spacciata, nella serata di ieri, nei pressi della locale stazione. Caduti nella rete dell’operazione del Reparto Volanti della Questura tre nigeriani di 30, 29 e 26 anni, tutti richiedenti asilo politico e domiciliati nel comune di Alatri.

Il precedente blitz

L’operazione arriva a distanza di 10 giorni dal precedente blitz, quando due dei suddetti spacciatori furono arrestati con tre etti di stupefacente e sottoposti agli arresti domiciliari. Nell’ambito della stessa operazione la squadra volante ha sorpreso nel piazzale Sandro Pertini un gambiano di 21 anni, trovato in possesso di 8 grammi di stupefacente che verrà segnalato al Prefetto.

I telefoni rubati

Al vaglio degli uomini del Reparto Volanti anche ben 8 telefoni rinvenuti nella disponibilità dei tre arrestati e sottoposti a sequestro, perché ritenuto di dubbia provenienza. Le indagini puntano a dimostrare che gli apparecchi siano provento dei furti con destrezza di telefoni verificatisi nelle settimane scorse sempre nell’area della stazione ferroviaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Ceccano, riprende la moglie con una telecamera mentre fa sesso con un altro, incriminato per stalking

  • Cassino, il video virale del rapper nigeriano che 'vola' mentre canta le bellezze della città

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento