Massacrata di botte dal convivente finisce al pronto soccorso

L'ennesimo episodio di violenza ai danni di una donna si è verificato ieri tra le mura domestiche di un'abitazione del capoluogo ciociaro

Foto di repertorio

Massacrata di botte dal convivente finisce al pronto soccorso. Vittima dell'ennesimo episodio di violenza ai danni dell'universo femminile, una impiegata di 40 anni residente nel capoluogo ciociaro. La donna a causa delle botte ricevute ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del nosocomio frusinate. Il compagno un imprenditore di 45 anni con il quale conviveva da tempo, le aveva addirittura sferrato un pugno in pieno volto.

Prima l'aggressione poi il perdono

Ai sanitari del presidio ospedaliero che le avevano prestato le prime cure la donna ha raccontato che non era la prima volta che il convivente le metteva le mani addosso. Ma lei per paura delle reazioni dell'uomo non aveva mai detto a nessuno il dramma che stava vivendo. Nel comportamento del compagno ritrovava quello che gli psicologi definiscono l'uomo violento per antonomasia. Non a caso subito dopo averla picchiata così come avviene spesso, il 45enne si trasformava nel principe azzurro delle favole. Gentile e premuroso la riempiva di attenzioni. E poi le chiedeva perdono dicendole che non sarebbe mai più successo.

La richiesta di aiuto al Telefono Rosa

Ma ieri sera quando a seguito delle percosse ha dovuto richiedere l’intervento dei medici del pronto soccorso, ha detto basta e senza mentire ancora ha raccontato la verità. E sono stati proprio ii sanitari che hanno provveduto a prestarle le prime cure a telefonare alla presidente del Telefono Rosa Frosinone Patrizia Palombo segnalando che all’interno dell’ospedale si trovava una paziente che aveva bisogno di aiuto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia

L'impiegata che fortunatamente ha avuto il coraggio di ribellarsi verrà supportata dagli operatori dell'associazioni non soltanto sotto l'aspetto legale ma anche psicologico. La donna verrà seguita dagli specialisti dell’associazione non soltanto per presentare denuncia contro il compagno violento ma anche per far si che la quarantenne possa di nuovo avere stima di se stessa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Ceccano, è Marcello Pisa il morto trovato nel carrello. Nuovi dettagli raccapriccianti

  • Ceccano, Marcello Pisa morto non lontano dal carrello in cui è stato trovato

  • Scandalo alla Croce Rossa, il presidente denuncia ammanchi per 300 mila euro

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento