A spasso per la stazione, ragazzi di Colleferro e Velletri fermati ed allontanati

Sui due pendevano diversi provvedimenti con l’obbligo di soggiorno nelle loro città per spaccio e reati contro il patrimonio

Ha sfidato la sorte e gli è andata male. Stiamo parlando di un ragazzo, appena 26enne, di Velletri nei castelli romani che nonostante fosse in regime di sorveglianza speciale e con l’obbligo di risiedere nella sua città, se ne andava tranquillamente in giro allo Scalo di Frosinone in compagnia di una 27enne di Colleferro anch’essa già segnalata per spaccio e reati contro la persona ed il patrimonio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fermo e l’identificazione

La notte tra lunedì e martedì i carabinieri del NORM della compagnia di Frosinone, durante un servizio di controllo del territorio, transitando nella zona bassa del capoluogo hanno notato i due ragazzi ed hanno provveduto alla loro identificazione. Accertato che l’uomo era gravato dal provvedimento che gli imponeva l’obbligo di soggiorno nel comune di residenza, veniva immediatamente bloccato e tratto in arresto; con rito direttissimo, tenutosi nella mattinata odierna presso il Tribunale del capoluogo, allo stesso veniva convalidato l’arresto, per poi essere rimesso in libertà con le medesime prescrizioni. La donna, invece, non potrà tornare nel capoluogo ciociaro per un periodo di anni tre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Scontro frontale tra due auto lungo la Cassino-Formia: muore l'89enne Silvana Pellecchia

  • Maxi blitz, ecco chi sono gli arrestati a capo della banda di spacciatori (foto)

  • Cassino, si barrica in un bar e ferisce al volto un carabiniere

  • Muore a 58 anni il carabiniere Vito Antonio De Vita. Lunedì i funerali

  • Supera l'auto della Polizia Provinciale, ma la multa per eccesso di velocità viene annullata perché illegittima

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento