Giuliano di Roma, botte alla madre, avvocato denuncia il padre per lesioni

Il legale si è battuto affinchè il genitore, che a suo dire maltrattava la madre picchiandola violentemente, finisse sotto processo. L'anziano, che è stato rinviato a giudizio, dovrà comparire in udienza il prossimo giugno

Per anni  la madre aveva subìto ogni tipo di angheria da parte del marito, un uomo violento che  l'aveva sempre malttatta picchiandola con violenza. Per questo motivo l'avvocato Luca Solli di Giuliano di Roma, figlio dellla signora maltrattata, aveva presentato denuncia nei confronti del genitore. Nei giorni scorsi la Procura lo ha rinviato a giudizio. I fatti risalgono al metà di settembre del 2016 quando il legale aveva  notato una tumefazione sul braccio sinistro della madre. E proprio questa gli aveva confidato che il marito in più di un'occasione l'aveva violentemente aggredita e, quindici giorni prima, l'aveva colpita con pugni e schiaffi facendola cadere rovinosamente a terra e girandole con forza il braccio. In quell'occasione il marito S.S. oggi 85enne, forse temendo che la moglie potesse riferire che lui l'aveva malmenata, si era persino rifiutato di accompagnarla in ospedale

Il braccio rotto

Ad accompagnarla nel nosocomio di Alatri  proprio il  figlio che tra l'altro non poteva più accedere nell'abitazione poichè il padre glielo aveva impedito. I sanitari del San Benedetto avevano riscontrato la frattura del capitello radiale del braccio sinistro. La prognosi era stata di trenta giorni. A quel punto l'avvocato Solli aveva formulato la denuncia nei confronti del padre chiedendo che venisse allontanato dalla casa coniugale. Nel frattempo aveva messo a disposizione della Procura le dichiarazioni della madre, registrate su supporto informatico, in cui la stessa raccontava le violenze subite. Ma un mese dopo  la donna moriva improvvisamente. A  seguito di quella denuncia la procura  dispose l'esame autoptico sulla salma.


Il rinvio a giudizio

Nei giorni scorsi dopo due richieste di archiviazione da parte della Procura,e conseguenti fopposizioni presentate  dall'avvocato Sollii,  il GIP presso il Tribunale di Frosinone, nella persona del dott. Antonello Bracaglia Morante, ritenuta la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza, ha ordinato al PM di formulare l'imputazione nei confronti dell'anziano per cui il 18 giugno 2019 è stata fissata udienza dibattimentale avanti al Tribunale di Frosinone. L'avv. Solli al solo fine di restituire dignità alla memoria della povera madre si costituirà parte civile con l'avv. Sara Bruni. L'imputato sarà difeso di fiducia dall'avv. Calogero Nobile. 

Potrebbe interessarti

  • Minacce alla moglie, noto medico verolano sospeso dalla Asl di Frosinone

  • Il ricordo di Nadia Toffa: quella volta che parlò dei tumori della Valle del Sacco

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

I più letti della settimana

  • Sora-Arpino, notte di sangue. Auto contro un muretto muore la giovane Stella Tatangelo (foto)

  • Sora, l'ultimo straziante saluto a Stella tra gli amici e le rose bianche (video)

  • Cassino-Formia, con l'auto sullo spartitraffico. Grave una ragazza di 24 anni

  • Trovato morto in un lago di sangue dall'anziana mamma

  • Sora sotto choc per la tragedia di Arpino. Lutto cittadino nel giorno dei funerali di Stella Tatangelo

  • Anagni-Colleferro, pullman a fuoco. Chiusa l'autostrada A1 in direzione Roma per oltre due ore

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento