Isola del Liri, morto Rino Indigeno, il 'ragioniere-gentiluomo'

Città sotto choc dopo il ritrovamento del corpo senza vita dell'uomo all'interno di un parcheggio. La Polizia indaga sulle cause.

Rino Indigeno

E' stato trovato oramai senza vita da un collega insospettito dalla sua prolungata assenza. Rino Indigeno, stimato ragioniere di Isola del Liri, è morto questa mattina all'interno di un parcheggio adiacente una rivendita di auto a Sora. Inutile ogni tentativo di soccorso da parte del personale dell'Ares 118.

La storia di Rino

Gennaro Indigeno, per gli amici Rino, 65 anni, era conosciutissimo ad Isola del Liri dove era nato anche se da anni viveva in località Vuotti ad Arpino con la moglie, i due figli ed un nipote. Per lungo tempo aveva lavorato per conto della concessionaria dei fratelli Gerardi e per la Trasporti Veicoli Lazio con sede a Piedimonte San Germano. Un uomo di grande mitezza, simpatico e che si è sempre contraddistinto per educazione e gentilezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sequestrara la salma

Sulle cause della morte stanno ora  sta indagando la Polizia: la Questura di Frosinone e il personale del commissariato di Sora. La Procura di Cassino ha disposto il sequestro della salma e lo svolgimento dell'autopsia che dovrà essere fissata nelle prossime ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la nuova mappa del contagio ridisegnata dalla Prefettura di Frosinone

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

  • Coronavirus, trend dei contagi stabile in Ciociaria. Una 15enne trasferita da Frosinone al Bambino Gesù

  • Coronavirus, contagi raddoppiati in poche ore a Valmontone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento