Ultras Lazio, c'è anche un ciociaro tra i partecipanti alla manifestazione fascista di Milano

Si tratta di un 29enne che si sta specializzando in medicina. Il giovane ha respinto le accuse riferendo agli agenti della Digos che era andato ad assistere alla partita della Lazio, la sua squadra del cuore

Manifestazione fascista in piazza Loreto a Milano, tra i denunciati c'è anche un ciociaro. Si tratta di Marco M. 29 anni residente nel capoluogo ciociaro e specializzando in medicina. Il giovane che è stato denunciato per apologia del fascimo, ha sempre sostenuto che si era recato a San Siro per assistere alla partita della sua squadra del cuore e non per partecipare ad una manifestazione politiica. Ma in piazza Loreto, luogo ricordato per la resistenza, c'era anche lui, i fotogrammi estrapolati dagli agenti della Digos hanno testimoniato la sua presenza a quel corteo che innalzava lo striscione sul quale c'era  scritto "Onore a Benito Mussolini".


La difesa

L'avvocato Giampiero Vellucci che difende il giovane ciociaro ha dichiarato che chiederà il giudizio immediato per dimostrare che non c’è stato reato. "Si sarebbe trattato - ha riferito il legale - di una democratica manifestazione, non violenta e pacifica con la quale alcuni tifosi laziali di estrema destra hanno ritenuto di ricordare al popolo italiano che in quella piazza si era scritta una delle pagine più agghiaccianti della storia italiana in quanto un capo di Stato dopo essere essere stato impiccato era stato messo a testa giù dai suoi assassini".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La rievocazione storica

Il giovane, ricordiamo, è stato denunciato per apologia del fascismo. A detta del ragazzo non ci sarebbe stata alcuna attività politica ma soltanto una rievocazione storica nella quale non può essere considerata un reato. Recarsi nel piazzale dove è stato compiuto l’omicidio di Mussolini non può e non deve essere considerato un comportamento illecito. Al momento sono salite a 32 le persone denunciate per aver preso parte ad una manifestazione fascista. Ma il numero, da alcune indiscrezioni trapelate sembra destinato a salire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus, chiusa un’azienda che lavora il ferro a Morolo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento