Omicidio Pompili, il pubblico ministero chiede 24 anni di carcere per Loide Del Prete ed il compagno egiziano

Per il marito di Gloria che doveva rispondere di maltrattamenti e induzione alla prostituzione sono stati chiesti 12 anni di carcere

Omicidio Pompili, al via la requisitoria del pubblico ministero Carlo La Speranza.  Nell'udienza di ieri, dopo aver rigettato la richiesta di Loide De Prete di voler essere ascoltata di nuovo dai magistrati, il pm ha presentato la sua richiesta di condanna: 24 anni per la cugina di Gloria Loide ed per il compagno Saad Mohammed Elesh Salem. Per il marito della sventurata ragazza Hady Saad Mohamed di 30 anni. La Speranza ha richiesto 12 anni di carcere. Quest'ultimo va detto, a differenza degli altri due imputati che debbono rispondere di omicidio  come conseguenza delle percosse subìte, è accusato di sfruttamento della prostizione e maltrattamenti.

Gloria uccisa a colpi di bastone e calci

Gloria Pompili, la giovane mamma di 23 anni sarebbe stata uccisa a calci e a colpi di bastone lungo la Monti Lepini il 31 luglio del 2017. Secondo le accuse la cugina e il compagno la costringevano con le botte e le minacce a prostituirsi. Sovente per far in modo che la giovane si sottomettesse alla loro volontà picchiavano i suoi bambini di 3 e 5 anni.  Una volta addirittura i piccini erano stati messi dentro una cassetta di legno ed attaccati ad una finestra dell’abitazione. Le urla di terrore dei bambini piegavano la ragazza che accettava di fare tutto quello che le chiedevano.

Rigettata la richiesta di Loide di essere ascoltata di nuovo

Ieri mattina in aula è stata respinta la richiesta di Loide Del Prete di essere asccoltata di nuovo dai giudici. Successivamente il pubblico ministero ha dato il via alla requisitoria motivando passo per passo la richiesta di quella sentenza. Nel collegio difensivo gli avvocati Antonio Ceccani, Giuseppe Cosimato ed un legale del foro di Latina. La coppia di conviventi, che nel corso del processo non avrebbero fatto altro che accusarsi a vicenda si trovano ancora in carcere. La famiglia si è costituita parte civile tramite l'avvocato Tony Ceccarelli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Cassino, è Antonio Pecchia il disabile trovato morto in casa (foto e video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento