Sara Francesca morta per annegamento. Trovato un ematoma sulla coscia

Dopo l'autopsia la causa del decesso sarebbe ascrivibile al malfunzionamento di un bocchettone di aspirazione dell'acqua della piscina. Il segno di 35 cm sulla gamba potrebbe confermare che la tredicenne sia stata attirata come una ventosa dal bocchettone

Si è concluso da poco l'esame autoptico sulla salma di Sara Francesca Basso, la ragazzina di 13 anni morta per annegamento  nella piscina (foto in alto) di un albergo di Sperlonga residente a Morolo (Fr). La causa del decesso sarebbe ascrivibile al malfunzionamento di un bocchettone aspirazione dell'acqua. All'autopsia che è stata eseguita dalla dottoressa Stefania Urso, erano presenti anche il consulente di parte Daniela Lucidi e il dottor Augusto Canali, nominato dall'avvocato Maria Minotti legale della famiglia Basso. 

Il grosso ematoma sulla coscia

Da alcune indiscrezioni raccolte si è appreso che sulla coscia della ragazzina era presente un ematoma di circa 35 centimetri. Un elemento significativo che potrebbe confermare che la tredicenne sia stata attirata come una ventosa dal bocchettone non riuscendo più a tornare in superficie. 

Gli altri esami

Al momento si sa che sarebbero stati disposti altri esami istologici e clinici. Dall'autopsia sarebbe emerso  che la  causa del decesso sarebbe  da addebitare all'enorme quantità di acqua che la minorenne aveva inalato e che era finita nei polmoni. Il consulente della procura si è preso novanta giorni di tempo per depositare la perizia. Non si esclude che venga nominato uno specialista del campo per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente. Per la cronaca va detto, che il titolare dell'albergo, l'amministratore, il costruttore della piscina ed il manutentore sono indagati per l'ipotesi di reato di omicidio colposo. 

Il funerale

Dopo che la salma è stata dissequestrata nel pomeriggio si sono tenuti i funerali nella chiesa di Santa Maria Goretti in forma strettamente privata in quanto i genitori hanno voluto mantenere il riserbo dopo il clamore mediatico che aveva avuto la notizia.

Potrebbe interessarti

  • Coop, ultima settimana di attività: chiusura fissata per il 22 giugno

  • Incendio alla Mecoris, livelli di Pm10 alti. Chiusi gli uffici pubblici e stop alle attività private

  • Il Lazio Pride? Una partenza con il botto

  • Sora, attestato di merito al finanziere Luciano Alfano, stroncato da un infarto

I più letti della settimana

  • Brucia azienda di smaltimento rifiuti speciali, nube nera su Frosinone. Aria irrespirabile

  • Incendio Mecoris, i capannoni contenevano quintali di rifiuti indifferenziati

  • Colleferro, ispettore di Polizia si sente male in commissariato e muore in ospedale

  • Ceprano, giornalista muore dopo essere stata al pronto soccorso, sequestrata la salma

  • Tragedia sfiorata in A1, auto della Polizia si ribalta dopo un tamponamento (foto)

  • Strangolagalli, imprenditrice di 47 anni, schiacciata da un muletto, una morte tinta di giallo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento