Morte di Simone Maini, indagati un ingegnere e i due agricoltori. Oggi l'ultimo saluto

La Procura di Frosinone ha aperto un'inchiesta per accertare le cause che hanno portato la Fiat 500 del pizzaiolo di 40 anni a perdere aderenza con l'asfalto lungo la provinciale che collega Strangolagalli a Ceprano

La morte di Simone Maini poteva essere evitata? E' quanto sta cercando di appurare la Procura di Frosinone che nelle scorse ore ha iscritto tre persone nel registro degli indagati. A ricevere l'atto di citazione sono stati un ingegnere, funzionari dell'Ente Provincia e i proprietari del terreno sul quale è finita la Fiat 500 del pizzaiolo di quaranta anni residente a Strangolagalli. Un atto dovuto, quello del magistrato, per poter svolgere tutti gli accertamenti necessari a fare piena luce su questa ennesima tragedia della strada. 

La notizia

L'addio

Domenica 18 gennaio alle 15, nella chiesa dedicata a San Michele Arcangelo a Strangolagalli verranno celebrati i funerali del conosciutissimo proprietario della pizzeria 'da Simonino' situata ad Isola del Liri, lungo corso Roma e meta ogni giorni di decine di persone. Tutti amavano gustare le prelibatezze create da Simone Maini e dalla madre Maria che insieme al marito Donato erano di grande aiuto per il ragazzo. Una tragedia senza fine quella che mercoledì pomeriggio si è abbattuta sull'intera famiglia. Simone, infatti, stava viaggiando in direzione Isola del Liri dove da lì a poco avrebbe dovuto aprire l'attività. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus, le prime ordinanze dei Sindaci ciociari: quarantena per chi arriva dal Nord

  • Cassino sotto choc, muore dopo un grave malore il professor Raffaele Di Mambro

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Comandante della Polizia Locale muore durante la sfilata dei carri del carnevale

  • Maltempo, in arrivo vento forte e neve sulle colline della Ciociaria

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento