Picinisco-Vallerotonda, denunciati due fratelli con la "passione" per le armi

I due sono stati trovati in possesso di una granata contenente tritolo

Una "collezione" di proiettili e artiglieria risalente alla seconda guerra mondiale. Questo è quanto scoperto ieri pomeriggio dai carabinieri di Picinisco che hanno operato in collaborazione con i colleghi di Vallerotonda. Due fratelli di 40 e 43 anni, residenti a Picinisco ma domiciliati a Vallerotonda sono stati denunciati dai militari per i reati di “detenzione illegale di munizionamento da guerra e ricettazione, nonché detenzione illegale di munizionamento comune da sparo”. A seguito di perquisizione domiciliare il 40enne è stato trovato in possesso di parti di munizionamento risalente al secondo conflitto bellico ed una granata contenente tritolo e priva di innesco, mentre il 43enne "custodiva" tre cartucce calibro 12, tre cartucce calibro 375 magnum e tre cartucce calibro 9 per carabina, il tutto illegalmente detenute. L'arsenale è stato sequestrato mentre la granata, data la sua pericolosità, e previa autorizzazione verbale del Magistrato di turno, è stata prelevata dagli artificieri dei carabinieri di Roma intervenuti sul posto e fatta brillare in una cava dismessa nel comune di San Biagio Saracinisco. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 25 maggio: nessun contagio ma, dopo 8 giorni, un altro decesso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento