Piglio, beccato mentre ruba nelle case di campagna. Arrestato dopo un inseguimento

Grazie alle segnalazioni dei cittadini ed al pronto intervento dei carabinieri un 35enne albanese è stato catturato. I suoi complici sono riusciti a scappare

Aveva già messo a segno vari colpi nel nord della Ciociaria ma ancora stava nelle campagne di Piglio per cercare di rubare altri oggetti ma grazie alla segnalazione di un cittadino è stato individuato ed arrestato. Stiamo parlando del 35enne albanese Blerim Patria (foto in alto) che nella tarda serata di ieri è stato catturato dai Carabinieri di Anagni che si erano attivati dopo che un cittadino aveva detto di aver notato la rete di recinzione della propria abitazione tagliata, mentre un altro, rientrato in casa dopo una giornata di lavoro, aveva dichiarato di aver subito durante la sua assenza il furto in abitazione di monili in oro e dell’autovettura di proprietà.

L’intervento e le ricerche

L’immediato intervento sul posto e le accurate ricerche effettuate dal personale del NORM, con l’ausilio di diverse pattuglie della compagnia di Anagni, ha permesso di intercettare il 35enne di origine albanese (già censito per reati contro il patrimonio), residente nell’hinterland napoletano alla guida di un’autovettura ed alla vista dei militari ha tentato di fuggire, venendo però poco dopo bloccato. Sull’auto, priva di copertura assicurativa e revisione, e pertanto sottoposta a sequestro, i carabinieri hanno rinvenuto vari arnesi atti allo scasso.

Gli accertamenti ed i precedenti

Gli ulteriori accertamenti svolti sul conto dell’uomo hanno permesso di appurare che il malvivente risultava essere destinatario di un decreto di fermo di indiziato, datato 17 settembre 2012, emesso dall’Autorità Giudiziaria di Santa Maria Capua Vetere (CE) per i reati di “associazione per delinquere finalizzata ai furti in abitazione”, “ricettazione” ed “estorsione”. Al termine delle formalità di rito, l’uomo veniva arrestato poiché destinatario del suddetto provvedimento nonchè dei reati di danneggiamento e furto in abitazione e tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone. Le ricerche dei complici protrattesi per tutta la notte davano esito negativo.

Potrebbe interessarti

  • Tecnici Acea tentano di entrare in una stradina privata, si mette di traverso con l’auto e li blocca

  • Pronto soccorso dello Spaziani: "un vero e proprio inferno". Aumentano disagi e polemiche

  • Cassino, 700 persone usano l’acqua pubblica ma non la pagano

  • Città in lutto per la morte dell'ex vice comandante dei vigili urbani Vincenzo Belfiore

I più letti della settimana

  • Precipita dal sesto piano dell'ospedale di Frosinone e muore

  • Muore dopo un volo di oltre 15 metri all'ospedale. Identificato l'uomo

  • Si ribaltano con l'auto mentre vanno al mare. Due ragazzi di Paliano in gravi condizioni

  • Bimbo di tre anni azzannato alla testa da un cane maremmano

  • Cassino-Pontercorvo, incidente in A1. Grosso tir va a sbattere sul guardrail e perde il carico (foto)

  • Ceprano, lei si rifiuta di avere rapporti sessuali e lui tenta di strangolarla

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento