Acea gli stacca il contatore per un debito di 11.000 euro e lui ne installa uno non omologato, arrestato

A finire in manette lo scorso 2 luglio è stato un 53enne di origini marocchine residente nel comune di Pontecorvo

Acea gli rimuove il contatore perchè debitore di 11.000 euro e allora E.A.E.H.B. marocchino 53enne, residente a Pontecorvo, manomette l'impianto idrico ed i sigilli, poi installa un contatore dell'acqua non omogato al posto di quello rimosso. Uno stratagemma che gli è costato l'arresto. L'uomo infatti lo scorso 2 luglio è finito in manette ad opera dei carabinieri di Pontecorvo responsabile del reato di “violazione di sigilli e furto aggravato di acqua”. Gli accertamenti svolti dai militari operanti, unitamente al personale Acea Ato 5 di Frosinone, hanno consentito di accertare che l’arrestato, previa manomissione dell’impianto idrico e manomissione dei sigilli, ha installato un contatore non omologato, in luogo di quello rimosso per morosità. Dopo le formalità di rito il 53enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Potrebbe interessarti

  • Una cerimonia a Cortina per ricordare Fabrizio Spaziani, il medico ciociaro precipitato con l'elicottero (foto e video)

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

  • Spazio, c'è la firma della brillante astronoma frusinate Sara Turriziani sul telescopio Mini-EUSO

I più letti della settimana

  • Atina, fa un incidente con l'auto delle Poste e si scopre che a bordo c'è anche la madre, denunciata

  • Cassino, rapina a mano armata in pieno centro

  • Incidente con il trattore, muore Angelo Patrizi. Oggi i funerali

  • Paliano, morte di Mario Martini, automobilista serronese indagato per omicidio stradale

  • San Cesareo, presunto caso di malasanità dietro la morte dell'ex sindaco Panzironi. Disposti i funerali

  • Segni, la città piange il caro Giampaolo Tummolo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento