Pontecorvo, l'auto guidata dal marito si ribalta, muore l'anziana Giuseppina Moretti (foto)

L'incidente è avvenuto in una zona impervia in località Sant'Oliva. La Fiat Panda con a bordo la coppia è andata a finire in un piccolo fiume in secca. Sul posto i Vigili del Fuoco, l'Ares 118 e i Carabinieri

La Fiat Panda sulla quale viaggiava insieme al marito si è improvvisamente ribaltata finendo in un Rio secco in località La Torre nella frazione di Sant'Oliva e per Giuseppina Moretti di Monticelli di Esperia ma residente ad Itri, non c'è stato scampo: è deceduta sul colpo. Il grave incidente si è verificato poco dopo le 13, all'estrema periferia della cittadina fluviale, in una zona impervia e di montagna.

Le cause

La donna di 85 anni, viaggiava sul lato passeggero, mentre il marito nativo del paese del sud pontino dove appunto viveva con la consorte, alla guida della vettura, è rimasto fortunatamente illeso ed è stato trasportato per precauzione presso il pronto soccorso del 'Santa Scolastica' di Cassino. Sul posto stanno lavorando i Vigili del Fuoco del distaccamento, il personale dell'Ares 118 ed i carabinieri della Compagnia di Pontecorvo. La strada è stata chiusa al traffico per consentire ai militari del capitano Tamara Nicolai di poter svolgere tutti gli accertamenti necessari a ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente. Il magistrato della Procura di Cassino ha disposto il sequestro della macchina e della salma della poveretta.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

  • Alatri, Francesco Scarsella accusato di omicidio stradale sconterà la pena ai domiciliari

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento