Processo Morganti: "Ho visto prendere a calci e pugni Emanuele anche a terra agonizzante"

In una udienza dove sono prevalsi tanti "non ricordo" il testimone è stato l'unico che ha ripercorso con la memoria gli ultimi istanti di vita dello sventurato ragazzo di Tecchiena

Emanuele Morganti

Processo Morganti, ancora sfilata di testimoni per ricostruire la notte del 24 marzo del 2017 quando per futili motivi  Emanuele, un ragazzo di venti anni residente Tecchiena, venne massacrato di  botte dal branco davanti ad un pub di Alatri. Sul banco degli imputati Michel Fortuna, Mario e Franco Castagnacci rispettivamente padre e figlio e Paolo Palmisani, i quattro detenuti debbono rispondere di omicidio in concorso.

L'udienza all'insegna dei vuoti di memoria

Quella di ieri è stata una udienza all'insegna dei vuoti di memoria dove hanno prevalso i non ricordo e le uniche dichiarazioni degne di nota sono quelle che avrebbero confermato la presenza nella piazza dove è avvenuto il pestaggio di Franco e Mario Castagnacci. Più di qualcuno ha dichiarato di aver visto il 51enne bloccare Gianmarco Ceccani, l’amico di  Emanuele che stava cercando di raggiungere il ventenne che veniva colpito con calci e pugni.

Un teste riconosce uno degli imputati 

Soltanto un testimone, invece, ha riconosciuto in Mario Castagnacci, colui che  quella sera aveva sferrato un pugno in pieno volto allo sventurato ragazzo. Il testimone ha inoltre riferito di aver visto almeno tre persone, non identificate, che continuavano a colpire con pugni e calci  il ventenne e che si erano fermate soltanto quando hanno visto che il giovane si trovava a terra agonizzante.

La lite inziata all'interno del pub 

G. T. di 25 anni è stato l’unico teste che è riuscito a ripercorrere quei momenti drammatici fin da quando la vittima si trovava all’interno del pub. La lite per futili motivi era iniziata proprio dentro il locale. Il testimone ha ricordato che una volta uscito fuori aveva visto il ventenne sbattere contro una macchina e finire a faccia in giù. Il resto è cronaca. Prossima udienza il 14 gennaio del 2019. La parte civile era rappresentata dagli avvocati  Enrico Pavia e Pietro Polidori.  Gli imputati erano invece difesi dai legali  Bruno Giosuè Naso, Cristhian Alviani, Massimiliano Carbone, Angelo Bucci e Marilena Colagiacomo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, operaio morto nella discarica: indagato l'autista del compattatore

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Colleferro, operaio muore all'interno della discarica di Colle Fagiolara

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Piglio-Anagni, rifiuti e mazzette. Gare vinte grazie a soldi ed auto a noleggio al tecnico comunale

  • Cassino, 'movida' da panico tra grida, pugni e colpi di pistola in aria

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento