Processo Morganti, parla un testimone oculare: "Ho visto Mario Castagnacci sferrare il colpo mortale"

Si tratta di un avventore che quella sera, insieme al cugino della vittima, stava cercando di soccorrere il ventenne di Tecchiena che si trovava riverso a terra accanto ad una macchina

Emanuele Morganti

Colpo di scena al processo Morganti. Il cugino di Emanuele, il ragazzo di venti anni massacrato dal branco nel marzo del 2017, salito sul banco dei testimoni ha riferito davanti alla Corte di aver udito un avventore affermare di aver visto Mario Castagnacci, uno degli imputati, sferrare il colpo mortale che ha fatto sbattere il giovane di Tecchiena sul montante di una vettura. La sua testimonianza è prevista nelle prossime udienze.

Emanuele colpito con un pugno alla nuca

Ma anche gli altri testimoni che ieri sono stati ascoltati dai giudici della Corte, hanno puntato l'indice su Mario Castagnacci. Il ventisettene finito sul banco degli imputati insieme al padre Franco Castagnacci, Paolo Palmisani e Michel Fortuna il 25enne di Frosinone. Ma anche gli altri tre testimoni che sono stati ascoltati in udienza hanno confermato di aver visto il 27enne di Alatri colpire con un pugno alla nuca lo sventurato ventenne. 

Tutti e quattro gli imputati erano presenti in piazza

Significativa anche la testimonianza di  M. R. una ventenne di Alatri che per oltre tre ore ha tenuto testa alle domande incalzanti degli avvocati della difesa. La giovane nel ricostruire la scena ha dichiarato che quella sera aveva udito un tonfo come se qualcosa di molto pesante fosse caduto sopra una macchina. La giovane ha confermato di aver visto tutti e quattro gli imputati correre verso la parte bassa della piazza. 

Messaggi minatori per l'ex fidanzata di Paolo Palmisani

Poi è stata la volta della ex fidanzata di Paolo Palmisani. A suo dire subito dopo l’omicidio aveva cominciato a ricevere messaggi minatori per il fatto che aveva una relazione affettiva con uno degli imputati e perché, molto somigliante alla sorella di Michel Fortuna, era stata scambiata per colei che aveva sputato sul corpo di Emanuele ormai agonizzante. Anche S.S., un’altra ragazza che quella sera si trovava davanti al locale notturno di Alatri ha confermato di aver visto Mario Castagnacci colpire con violenza Emanuele.

C'è molta attesa adesso per la deposizione di Giammarco Ceccani definito come uno dei testimoni chiave del processo. Nel collegio difensivo gli avvocati Massimo Carbone, Angelo Bucci, Bruno Giosuè Naso, Christian Alviani e Marilena Colagiacomo. La parte civile è rappresentata dagli avvocati Enrico Pavia e Pietro Polidori.

Prosssima udienza il 18 febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Colleferro, commozione e lacrime al funerale di Giuseppe Sinibaldi (foto)

  • San Vittore, terribile schianto in A1: giovane autista perde una gamba

  • Cassino, autista ferito e trasferito dopo ore: esposto dei familiari contro il pronto soccorso

  • Fuori in permesso, non fa ritorno al carcere di Frosinone. Ricercato un pericoloso detenuto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento