Regione, Carella (Pd); nascita parco regionale Monti Lepini non più rinviabile. Però attenzione ai vincoli 

"Passate le elezioni amministrative, credo che oggi ci sia il giusto grado di serenità per ragionare, intorno a un tavolo,sulla nascita del parco regionale dei Monti Lepini: è una scadenza nonpiù rinviabile".

Monti Lepini

"Passate le elezioni amministrative, credo che oggi ci sia il giusto grado di serenità per ragionare, intorno a un tavolo,sulla nascita del parco regionale dei Monti Lepini: è una scadenza nonpiù rinviabile".

Lo dichiara, in una nota, il deputato del Pd, Renzo Carella. "La nascita del parco - sottolinea Carella - è un’opportunità per tutti i Comuni della zona: permetterà di mettere a sistema le peculiarità di ogni territorio sotto un’unica cabina di regia e a far sì che il territorio, troppo spesso coinvolto dalle sciagure ambientali della Valle del Sacco, raccolga benefici positivi".

"Parliamo - prosegue Carella - di un territorio montano vastissimo, con eccellenze storiche, architettoniche e naturali che vanno tutelate e allo stesso tempo rese fruibili all’interno del sistema parco". "Un appuntamento importante, a cui devono lavorare i sindaci della zona e i consiglieri regionali, per contribuire nella giusta misura a uno sviluppo sostenibile e a una crescita economica dei nostri territori attraverso i servizi necessari per accogliere i turisti, che già, di fatto, sono presenti oggi sui nostri territori", conclude Carella. Caro On. Carella, ogni paese è libero di pensare e di amministrare come crede, ma istituire il Parco Regionale dei Monti Lepini, è già un costo, nel momento in cui gli stessi parchi ragionali stanno per essere accorpati. Poi l’istituzione del parco, che da si una visione complessiva del comprensorio, comporta altri vincoli per i cittadini, che già muoiono di troppa burocrazia, aggiungerne altri significa soffocarli. Io ci penserei un tantino prima di lanciare l’idea del Parco, penso che sarebbe molto più interessante fare la prima rete Italiana dei comuni dei Lepini, che gli consente anzitutto di muoversi liberamente, ma soprattutto di agire a tutti i livelli ai fini del reperimento di fondi, di scambio di personale e di tutti i benefici anche di programmazione comune ed è uno strumento moderno al servizio dei cittadini senza ulteriori vincoli. ( G.F.)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Cassino, schianto tra due tir lungo la superstrada, gravissimo un'autista

  • Incontra in un parco la nuova compagna del marito, la picchia e le procura un aborto

  • Sora, poliziotti presi a pugni e feriti durante un posto di blocco

  • Dopo 36 anni, niente rinnovo del passaporto per una multa da 50 mila lire

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento