Ripi, sabato l'ultimo saluto a Sossio Celli. L'autopsia: 'morte non per cause naturali'

Proseguono le indagini da parte dei Carabinieri del Nas per capire cosa possa aver provocato la morte del pensionato ed i malori a catena. In queste ore emergono le prime indiscrezioni dall'esame autoptico

Fissati per sabato 21 dicembre, alle 10.30 nella chiesa di San Salvatore a Ripi i funerali di Sossio Celli, il padre dell'ex sindaco Gianni. Il pensionato, ottantasette anni, è stato stroncato da una crisi respiratoria dopo aver accusato un grave malore provocato, molto probabilmente, da un'intossicazione alimentare. Nel mirino degli inquirenti la carne che riempiva i cannelloni e l'arista di maiale. 

Il fatto

Nella giornata di domenica 15 dicembre, infatti, Sossio Celli unitamente ad altre 300 persone, ha preso parte al pranzo sociale organizzato dal Comune. Poche ore dopo la conclusione dell'evento in molti hanno dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso dell'ospedale di Frosinone. Anche il povero Celli che è morto dopo qualche ora e nonostante i tentativi dei medici di poterlo salvare. La denuncia presentata dai familiari dell'uomo e di altri commensali, ha fatto scattare le indagini da parte dei Carabinieri di Frosinone e del Nas di Latina coordinati dalla Procura di via Calvosa.

Il sequestro

Nella giornata di mercoledì i carabinieri su ordine del magistrato titolare dell'inchiesta, il procuratore capo facente funzione Adolfo Coletta, hanno sequestrato una paninoteca di Ripi e un forno di Strangolagalli. Le due attività hanno avuto il compito di preparare i pasti serviti al pranzo dopo aver vinto una gara d'appalto. 

Le indagini

I militari del colonnello Fabio Cagnazzo hanno anche sequestrato il cibo avanzato e quello rinvenuto nei laboratori. Questo perché oltre ai commensali, tra questi anche amministratori, dipendenti comunali e tutori dell'ordine presenti al pranzo, ad accusare malori anche alcuni cani. I padroni hanno fatto mangiare loro gli avanzi portati a casa. 

La notizia che ha sconvolto l'intera comunità

Le prime risultanze dell'esame autoptico

Il padre dell'ex sindaco di Ripi Giovanni Celli non sarebbe morto per cause naturali. Queste le prime indiscrezioni raccolte  riguardo l'esame autoptico sulla salma dell'anziano che è stato effettuato dal medico legale dr Gabriele Margiotta l'altro ieri. Il figlio dopo aper appreso dei numerosi malori a seguto di quel pranzo, sospettando una correlazione tra il decesso e quello che aveva mangiato il genitore, tramite il suo legale difensore Roberto Viri ha presentato una denuncia contro ignoti.

Il ripieno dei cannelloni il principale indiziato

Analisi sul cibo consumato dagli anziani 

Una morte quella dell'anziano che è stata definita aspecifica. Per questo motivo sono stati effettuati esami istologici e microbiologici proprio per andare a fondo sulla vicenda ed accertare eventuali microrganismi che possano aver causato la morte. I risultati di questi esami dovrebbero pervenire entro sessanta giorni. L’avvocato Viri ha nominato consulente di parte  il professor Costantino Ciallella patologo forense dell’università la Sapienza di Roma. Inoltre, i tecnici dell'Asl stanno effettuando le opportune analisi sul cibo consumato domenica scorsa nella palestra di via Cupera a Ripi dove era stata imbandita la grande tavolata.

La polemica

E mentre sulla pagina ufficiale del comune di Ripi si parla di 'cordoglio e comunità a lutto', nella serata di mercoledì 18 dicembre, in un ristorante del paese, si è festeggiato, tra gli appartenenti allo schieramento politico di Fratelli d'Italia, l'imminente Natale. In prima fila accanto al senatore Massimo Ruspandini, c'erano il coordinatore provinciale Pulciani, il consigliere provinciale Maura unitamente al primo cittadino di Ripi Piero Sementilli con accanto l'assessore Brian Crecco. Comizio, lazzi e torta finale con applausi scroscianti che non sono stati graditi alla popolazione e sui social la questione non è certo passata inosservata. Su questa ultima vicenda ci è arrivata in redazione una nota di Giorgio Cortina militante fratelli d'Italia che pubblichiamo di seguito integralmente: "Oggi Vi scrivo per segnalarvi che la notizia che avete dato sul Vs sito dimostra amaramente che ci sono troppe strementalizzazioni su questa Notizia di cronaca purtroppo nera, e mi appresto nello scendere nello specifico, spero che redazioni mi chiami per delle delucidazioni e notizie giuste non strumentalizzate, la sera del 18 nel ristorante Alba Rossa di Ripi è stata organizzata una serata da Samuel Battaglini per i saluti di fine anno e gli Auguri, alla serata sono stati invitati anche il sindaco di Ripi Sementilli e Assessore Crecco, che sono intervenuti per i saluti, ma bisogna anche aggiungere che al momento dei festeggiamenti si sono allontanati perché per loro non era un momento di festa e si sono defilati come giusto avrebbe fatto ogni altra persona toccata da un evento così importante.... vi aggiungo che ci sono anche prove fotografiche (in basso) che attestano quanto detto".


Ripi cenaFdi-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Alatri, tragedia a Tecchiena: scoppia bombola di gas e muore un anziano. Identificata la vittima

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

  • Coronavirus, contagi in discesa in Ciociaria. Oltre a due malati oncologici, deceduto un paziente della Città Bianca

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento