Roccasecca, ladra seriale incastrata dai carabinieri dopo sette mesi

La donna, una rom frusinate, ha commesso tre furti in poche ore e poi è fuggita

Il comandante Bottone

Tre furti, in altrettanti negozi di abbigliamento di Piedimonte, Roccasecca e Ceprano hanno consentito ai carabinieri della Compagnia di Pontecorvo di scoprire il modus operandi di una donna rom residente a Frosinone che è stata denunciata. 

A tradire la ladra seriale, e quindi a portare i militari della stazione di Roccasecca, coordinati dal comandante Donato Bottone, ad aprire un'indagine è stato il suo modo di agire. La prima razzia è avvenuta in un negozio di Piedimonte San Germano. La seconda e la terza, a distanza di poche ore, l'una dall'altra rispettivamente nei paesi di Roccasecca e Ceprano.

A dare un collegamento tra tutti e tre i furti è stato il ritrovamento di una borsa, lungo la Casilina a Ceprano, contenente effetti personali e documenti delle vittime. Il luogotenente Bottone quindi ha iniziato a verificare, anche attraverso dei riconoscimenti fotografici, il passaggio di donne non residenti in zona nei tre negozi. Questo ha consentito di poter circoscrivere il raggio di azione ed individuare, grazie alle immagini di alcune telecamere, il volto della donna accusata di furto. 

La Procura di Cassino quindi nei giorni scorsi ha concluso le indagini a carico dell'indagata che è stata denunciata per il reato di furto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento