Roma, a Termini controlli straordinari dei carabinieri nell’area dello scalo ferroviario romano

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro coadiuvati dai Carabinieri dell’8° Reggimento Lazio hanno effettuato un servizio straordinario di controllo e contrasto all’illegalità nell’area della Stazione ferroviaria e...

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro coadiuvati dai Carabinieri dell’8° Reggimento Lazio hanno effettuato un servizio straordinario di controllo e contrasto all’illegalità nell’area della Stazione ferroviaria e metropolitana di “Roma Termini”. Il bilancio è di 3 persone arrestate e 40 denunciate a piede libero.

In manette sono finiti:

˗ un cittadino venezuelano di 39 anni, senza fissa dimora, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso a rubare delle confezioni di profumo, del valore di 70 euro, da un esercizio commerciale del forum Termini;

˗ un cittadino egiziano di 17anni, senza fissa dimora, già noto alle forze dell’ordine, arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, bloccato in piazza dei Cinquecento con alcune dosi di marijuana;

˗ un cittadino algerino di 40 anni, senza fissa dimora, con precedenti, arrestato per furto aggravato di un cellulare, ai danni di un turista italiano.

Nel corso dei controlli all’interno dello scalo ferroviario, i militari hanno identificato e denunciato, 20 cittadini romeni, di età compresa tra i 18 e 33 anni, di cui 18 provenienti dal campo nomadi di Castel Romano in Aprilia, uno dall’insediamento di via Nomentana e uno senza fissa dimora, perché risultati inottemperanti al provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Roma a loro precedentemente imposto, mentre altri 20 cittadini stranieri, di cui 15 romeni, 2 italiani, un macedone, un turco e un iracheno, sono stati denunciati per molestie nei confronti dei passeggeri in transito o intenti ad effettuare l’acquisto dei titoli di viaggio dalle biglietterie automatiche.

Gli arrestati sono stati condotti in caserma in attesa di essere giudicati nella giornata di domani presso le aule del Tribunale di piazzale Clodio.

PONTE LUNGO, TENTANO UN FURTO IN UN PANIFICIO. ARRESTATI DAI CARABINIERI COPPIA DI ROMENI.

La scorsa notte i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante hanno arrestato, con l’accusa di tentato furto aggravato in concorso, due cittadini romeni di 24 e 25 anni, senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine. I militari nel corso di alcuni controlli del territorio hanno sorpreso i due, in via Alfredo Baccarini, mentre armati di un grosso bastone e di alcuni arnesi da scasso stavano per sollevare la serranda d’ingresso di un panificio. Alla vista dei militari i due hanno tentato la fuga ma sono stati subito bloccati ed ammanettati. Dopo l’arresto sono stati accompagnati in caserma e trattenuti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

FURIBONDA RISSA SEDATA DAI CARABINIERI.QUATTRO STRANIERI ARRESTATI UNA MINORENNE NOMADE DENUNCIATA.

La scorsa notte, a seguito di una segnalazione al “112”, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato 4 cittadini romeni, di età compresa tra i 26 e i 47 anni, tutti nullafacenti, senza fissa dimora e con precedenti, con l’accusa di rissa aggravata e hanno denunciato a piede libero, per lo stesso reato, una 15enne romena, proveniente dal campo nomadi di via Moneta. I militari intervenuti in via Tuscolana su segnalazione di alcuni cittadini hanno sorpreso gli arrestati mentre partecipavano ad una rissa, scoppiata per futili motivi, colpendosi reciprocamente con calci e pugni. Tre di loro sono stati accompagnati al pronto soccorso del Policlinico Casilino, per essere medicati e successivamente ammanettati e condotti in caserma dove, sono stati trattenuti in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo.

GARBATELLA – CARABINIERI ARRESTANO INCENSURATO CON PIU’ DI 1 KG DI HASHISH.

I Carabinieri della Stazione Roma Garbatella, nel corso di alcuni controlli antidroga, hanno arrestato un romano di 43 anni, incensurato, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo è stato fermato per un controllo, la scorsa notte, in via Prati dei Papi, ed è stato trovato in possesso di alcune dosi di hashish.

La perquisizione che i Carabinieri hanno, a quel punto, deciso di eseguire presso la sua abitazione ha consentito di rinvenire 1,1 kg di hashish, suddivisi in 26 involucri, due panetti ed un frammento, nonché un bilancino elettronico.

Dopo l’arresto è stato portato in caserma ed in serata, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato condotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus, le prime ordinanze dei Sindaci ciociari: quarantena per chi arriva dal Nord

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Cassino sotto choc, muore dopo un grave malore il professor Raffaele Di Mambro

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

  • Cassinate, nonna Teresa muore a distanza di poche ore dall'adorato nipote

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento