Roma, ad Acilia litiga con il vicino per un parcheggio e lo accoltella

I Carabinieri della Stazione di Roma Acilia hanno arrestato un impiegato romano di 39 anni che al termine di una lite per motivi di parcheggio nel cortile condominiale ha accoltellato un vicino di casa.

I Carabinieri della Stazione di Roma Acilia hanno arrestato un impiegato romano di 39 anni che al termine di una lite per motivi di parcheggio nel cortile condominiale ha accoltellato un vicino di casa.

Verso le 19 di ieri sera, in un cortile condominiale di Acilia, per motivi di parcheggio è scoppiata una lite tra un 43 enne e il 39 enne arrestato, entrambi condomini dello stabile. Il secondo riteneva di dover parcheggiare sul posto occupato dal primo, lampeggiando e impiegando il clacson del suo veicolo per sollecitarne il movimento. Breve è stato il passo dall’accesa discussione alle vie di fatto, allorché i due sono venuti alle mani.

Quando si è intromessa la compagna, che lo aveva allontanato dall’altro, il 43 enne ha subito un’aggressione alle spalle dal 39 enne che si è scagliato su di lui un pugnale ferendolo con diversi fendenti superficiali ed uno più profondo all’altezza del polmone sinistro.

L’uomo, sanguinante e ormai privo di sensi, si è accasciato al suolo. L’aggressore, invece, è fuggito con la sua auto. La donna, ormai terrorizzata, ha chiesto aiuto ai passanti e una segnalazione al 112 ha permesso poi l’intervento dei Carabinieri e di un’ambulanza che ha trasportato l’uomo ferito in ospedale, dov’è stato ricoverato in prognosi riservata.

Ricostruita rapidamente la dinamica attraverso alcuni testimoni presenti ed il fondamentale apporto della compagna della vittima, i Carabinieri hanno avviato una serie di controlli presso le abitazioni dei prossimi congiunti dell’aggressore e i luoghi da lui abitualmente frequentati, predisponendo una serie di posti di controllo nell’area per rendere difficile il suo eventuale allontanamento. Nel corso delle attività i Carabinieri hanno rinvenuto il giubbino indossato dall’aggressore, poco prima, di cui s’era disfatto lasciandolo a casa propria.

Braccato e privo di vie di fuga, poco più tardi, l’aggressore ha deciso di consegnarsi presso la Stazione dei Carabinieri di Roma Acilia dove, ritrovato nel frattempo anche il pugnale impiegato nella colluttazione, al di sotto di una siepe che si trovava proprio all’uscita del condominio, è stato arrestato e tradotto presso il carcere di Regina Coeli con l’accusa di tentato omicidio.

ROMA – CARABINIERI INTERVENGONO PER UNA MEGA-RISSA NEI PRESSI DELLA STAZIONE TERMINI E ARRESTANO 5 PERSONE. PRIMA DELL’ARRESTO L’AUTO DEI MILITARI E’ STATA ACCERCHIATA E PRESA DI MIRA.

Una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Scalo Termini, in servizio di pattuglia nella zona della principale stazione ferroviaria della Capitale, l’altra notte, è intervenuta per sedare una megarissa, scoppiata di fronte a un bar di via Giolitti a cui avevano attivamente preso parte almeno 15 uomini, tutti cittadini stranieri.

Alla vista della “gazzella”, gli animi dei contendenti, invece di calmarsi, si sono scaldati ulteriormente al punto che i Carabinieri, per respingere un tentativo di aggressione nei loro confronti, si sono dovuti barricare nell’auto di servizio e, vista la sproporzione numerica tra loro e i rissanti, hanno immediatamente chiesto rinforzi.

Gli stranieri, non contenti, hanno accerchiato l’auto colpendola più volte sui finestrini e sul parabrezza.

L’arrivo di altre pattuglie dell’Arma - prontamente inviate sul posto dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale - ha consentito di far disperdere il “branco” e di bloccare 5 dei partecipanti alla rissa.

Si tratta di un cittadino nigeriano di 33 anni, un cittadino romeno di 41 anni, un cittadino egiziano di 28 anni, un cittadino marocchino di 26 anni e un cittadino tunisino di 27 anni – gli ultimi tre senza fissa dimora e con precedenti – che sono stati ammanettati con le accuse di rissa, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.

Gli arrestati sono stati portati in caserma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente alla stazione di Ceccano, una persona finisce sotto al treno

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

  • Pensava di essere povero, invece era titolare di ben nove ditte di trasporti, disabile raggirato

  • Piedimonte, in carcere per anni da innocente ottiene il risarcimento dei danni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • Morolo, scontro tra auto e bus, Ivan De Santis di 27 anni non ce l'ha fatta

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento