Roma, all’Eur non si rassegna va sotto casa della sua ex armato di ascia e pistola giocattolo minacciando la donna e il suo attuale compagno

Non si rassegnava alla fine della relazione sentimentale avuta con una 53enne romana, così, ieri sera, un 44ennne romano, con precedenti, è andato sotto casa della ex, in via Pescaglia,

Non si rassegnava alla fine della relazione sentimentale avuta con una 53enne romana, così, ieri sera, un 44ennne romano, con precedenti, è andato sotto casa della ex, in via Pescaglia,

all’Eur, e armato con un’ascia e una pistola, risultata poi essere un giocattolo, ha minacciato di morte sia lei che il suo nuovo compagno.

La vittima, in preda al panico, ha allertato il “112”. All’arrivo di una pattuglia di Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, lo stalker si era già allontanato, ma è stato rintracciato e bloccato mentre stava rincasando. Durante la perquisizione scattata nel suo appartamento i militari hanno rinvenuto l’ascia e la finta pistola utilizzata dallostalker per minacciare le vittime. Il 44enne è stato portato nel carcere di Regina Coeli, dove si trova tuttora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Dovrà rispondere di atti persecutori.

PRATI, LADRO ARMATO DI CACCIAVITE, PIEDE DI PORCO E DI UN DISPOSITIVO ELETTRONICO UTILIZZATO PER MANOMETTERE LA CENTRALINA STAVA RUBANDO UNA MOTO IN SOSTA. 44ENNE ROMANO SORPRESO ED ARRESTATO DAI CARABINIERI.

I Carabinieri della Stazione Roma Trastevere hanno arrestato un cittadino romano, di 44 anni, con precedenti, con l’accusa di furto aggravato. L’uomo, ieri mattina, in via dei Gracchi angolo Marcantonio Colonna, armato di un grosso cacciavite, un piede di porco e di un particolare dispositivo elettronico capace di interdire le centraline delle moto in modo da poterle avviare, stava rubando un motociclo in sosta. Sfortunatamente per lui una pattuglia dei Carabinieri in transito lo ha notato all’opera ed è immediatamente intervenuta bloccandolo. Rinvenuti e sequestrati dai militari anche gli arnesi utilizzati dal ladro. Il 44enne arrestato dai Carabinieri, è stato poi accompagnato in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

PRATI, RUBA UNA BICI E VIENE INSEGUITO E BLOCCATO DAI COMMERCIANTI DELLA ZONA CHE LO CONSEGNANO AI CARABINIERI. IN MANETTE UN 59ENNE SENZA FISSA DIMORA.

I Carabinieri della Stazione Roma Prati hanno arrestato un cittadino romeno di 59 anni, senza fissa dimora, per aver rubato una bicicletta. L’episodio risale a ieri pomeriggio quando l’uomo ha osservato la bici legata ad un palo, a via Giovanni Pierluigi da Palestrina, di proprietà di un commerciante che l’aveva parcheggiata nei pressi del suo negozio. Armato di una cesoia lo straniero è riuscito a rompere la catena ed è fuggito passando davanti agli occhi del commerciante che se ne è accorto e l’ha inseguito chiedendo aiuto agli altri negozianti vicini. Il 59enne è stato quindi raggiunto e dopo essere caduto ha abbandonato la bici ed ha proseguito la fuga a piedi. L’inseguimento è durato per qualche centinaia di metri fino a lungotevere della Vittoria dove i commercianti lo hanno bloccato, accompagnato in caserma, dove è stato consegnato ai Carabinieri. L’arrestato, accusato di furto aggravato, sarà giudicato con il rito per direttissima.CENTRO - CONTROLLI ANTIBORSEGGIO DEI CARABINIERI.IN POCHE ORE 11 “MANOLESTA” ARRESTATI.

I Carabinieri della Compagnia Roma Centro, impegnati nei quotidiani servizi antiborseggio, anche in abiti civili, nei principali luoghi di interesse turistico, in poche ore, hanno arrestato 11 “manolesta”. In particolare, i primi a finire in manette sono stati quattro minori, tutti cittadini romeni, rispettivamente un 14enne, due 15enni ed un 16enne, tutti provenienti dal campo nomadi di via Candoni. I quattro sono stati sorpresi dai Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina nei pressi di un ristorante in piazza Borgo Pio, dove con la scusa di chiedere l’elemosina hanno sfilato il portafogli con 100 euro ad una turista intenta a pranzare. I Carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto hanno arrestato altri due cittadini romeni di 15 e 16 anni che all’interno della fermata metropolitana “Repubblica” hanno sfilato lo smartphone ad un giovane cittadino romano. Gli stessi Carabinieri, poco dopo, sempre all’interno della stazione metropolitana “Repubblica”, hanno arrestato altri tre minori, due 14enni ed un 15enne, tutti cittadini romani, sorpresi dopo aver alleggerito un turista straniero del portafogli con 350 euro in denaro contante. Infine è stata la volta di altri due cittadini romeni rispettivamente di 23 e 31 anni arrestati dai Carabinieri della Stazione Roma Quirinale che li hanno sorpresi a bordo di un treno della linea “A” della metropolitana, all’altezza della fermata “Barberini” subito dopo aver sfilato il portafogli ad un turista straniero. I nove arrestati minorenni sono stati poi associati al centro di prima accoglienza di via Virginia Agnelli, mentre i due maggiorenni sono stati accompagnati in caserma in attesa di essere processati con il rito per direttissima. La refurtiva è stata riconsegnata alle vittime che hanno denunciato i furti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Ceccano, riprende la moglie con una telecamera mentre fa sesso con un altro, incriminato per stalking

  • Cassino, il video virale del rapper nigeriano che 'vola' mentre canta le bellezze della città

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento