Roma, Amazon: Refrigeri, ‘non si blocchi sviluppo per cavillo burocratico, enti pubblici diano risposte’

Laddove è possibile coadiuvare prospettive di sviluppo economico del territorio, la Regione Lazio non si tira indietro: quindi, se per un cavillo burocratico si blocca il decollo del nuovo Polo della logistica di Passo Corese,

giunta-regione-lazio

Laddove è possibile coadiuvare prospettive di sviluppo economico del territorio, la Regione Lazio non si tira indietro: quindi, se per un cavillo burocratico si blocca il decollo del nuovo Polo della logistica di Passo Corese, l’Amministrazione regionale esorta gli Enti competenti a compiere il necessario per la soluzione del problema. Da parte sua la Regione Lazio ha espletato in piena trasparenza gli atti necessari alla realizzazione del Polo logistico che – com’è noto – registra tra l’altro l’approdo di un centro di stoccaggio Amazon nel Lazio, con la conseguente grande opportunità occupazionale. Dai permessi sismici alla realizzazione di infrastrutture utili alla cittadinanza, oltre che alla piena operatività del Polo, la Regione Lazio ha serrato i tempi, come nel caso della recente inaugurazione della bretella di collegamento diretto della Strada Statale 4, via Salaria, con la Regionale 313 di Passo Corese, opera che consentirà al traffico in ingresso e in uscita dall'area del Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Rieti di aggirare il centro abitato di Passo Corese, con evidenti benefici di viabilità. Un’opera pianificata dalla Regione Lazio nel lontano 2007, per un importo complessivo di oltre 13,9 milioni di euro – totalmente coperti con i fondi Fas 2000-2006 – che, superate le difficoltà di erogazione del finanziamento, dal 2013 la Regione Lazio ha subito rimesso in careggiata e portato a termine. A ciò, si aggiunga da parte di Astral la fattura di una rotatoria di intersezione con la strada regionale 313 di Passo Corese, per un costo di 500mila euro. Quel che, in ultimo, la Regione Lazio intende sottolineare è l’impegno profuso dalla propria Amministrazione per compiere l’opera di armonizzazione tra gli interessi e le competenze di tutti gli attori coinvolti nel progetto del Polo. Per questo, la Regione Lazio esorta gli altri Enti pubblici competenti all’assolvimento di quello che dovrebbe essere il compito precipuo della Pubblica amministrazione: dare risposte concrete alla cittadinanza e a quei privati che, rispettando le regole, possono insieme determinare condizioni di crescita e sviluppo”. Lo dichiara in una nota l’assessore alle Infrastrutture, Politiche abitative ed Enti locali della Regione Lazio, Fabio Refrigeri.

AMAZON, TORQUATI (PD): "RAGGI INESISTENTE"

"Non solo inesistente a Roma, ma anche come Sindaca della Città Metropolitana. La Raggi tace sulle scelte aziendali di tanti settori produttivi che preferisco Milano alla Capitale e palesa tutta la sua inesistenza anche su opportunità di sviluppo nei paesi della Provincia di Roma. Come si può disattendere per due mesi una richiesta di allaccio in fogna datata 10 Aprile e i ripetuti appelli dei vertici di Amazon? Non sono importanti più di 1000 posti di lavoro in un momento di crisi occupazionale? Ora capisco la trasparenza. È quella di una Sindaca che non esiste. Bene ha fatto la Regione Lazio e il gruppo PD della Pisana a sottolineare che si tratta di un danno inaccettabile. Ritardare un'opportunità di lavoro per tante, tantissime, famiglie non è giustificabile".

Così in una nota Daniele Torquati, capogruppo Pd in Municipio XV

RICOSTRUZIONE POST SISMA, CAMPER INFORMATIVO SULLE OPPORTUNITÀ DELLA REGIONE LAZIO PER LE IMPRESE

Al via il primo bando da 2,5 milioni di euro per il rilancio delle microimprese del cratere sismico. Un camper informativo toccherà i 15 comuni interessati

Un camper della Regione Lazio effettuerà un tour informativo, stazionando ogni giorno nelle piazze di 2 dei 15 comuni del cratere sismico, per assistere cittadini e imprenditori e aggiornarli sulle opportunità di contributo e finanziamento per il rilancio delle imprese. 11 milioni di euro è lo stanziamento complessivo previsto dalla Regione Lazio a sostegno delle attività produttive dei comuni colpiti dal sisma. Il 6 giugno si è aperto il primo dei tre bandi regionali in programma, “Contributi a fondo perduto per progetti di investimento delle imprese”, con uno stanziamento di 2,5 milioni di euro.

Il Bando Pubblicato sul BURL del 1° giugno, si rivolge a microimprese con meno di 10 occupati e un fatturato annuo inferiore ai 2 milioni di euro, sia esistenti alla data del primo sisma del 24 agosto 2016 sia di nuova costituzione, compresi i liberi professionisti.

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto a sostegno di un progetto di investimento, pari all’80% delle spese sostenute. L’importo minimo dell’investimento è di 4.000 euro; l’importo massimo del contributo è di 20.000 euro.

La presentazione delle domande avviene con procedura “a sportello”, per via telematica, mediante 2 distinte operazioni:

Dalle ore 12 del 6 giugno 2017 le imprese possono accedere al portale GeCoWEB per la compilazione del Formulario e il caricamento degli allegati previsti nell’Avviso. Al termine della procedura (finalizzazione) il sistema genera un file contenente la DOMANDA.

La DOMANDA deve essere sottoscritta con firma digitale e inviata via PEC, a partire dalle ore 9 del 3 luglio 2017 e comunque entro 30 giorni dalla finalizzazione del Formulario, a incentivi@pec.lazioinnova.it. L’assegnazione delle risorse sarà effettuata secondo l’ordine cronologico di invio della PEC di trasmissione della DOMANDA.

Per tutte le informazioni visita la pagina del bando.

Successivamente verranno attivati gli altri due bandi programmati: Fondo Futuro – Microcredito fino a 25 mila euro per imprese esistenti, nuovi progetti e nuove imprese; e Finanziamenti agevolati per la liquidità delle imprese, fino a 10 mila euro.

La campagna informativa Dal 5 giugno un camper informativo e di assistenza girerà tutti i comuni del cratere, secondo un calendario preciso che vede almeno una presenza a settimana in ogni comune. Tecnici dello Spazio Attivo di Rieti forniranno informazioni e assistenza agli interessati. L’azione è stata concordata con le amministrazioni comunali e le associazioni di categoria al fine di dare la massima diffusione alle opportunità.

SANITA’: ZINGARETTI, ‘PER LA CELIACHIA ANCHE NEL LAZIO PROCEDURE SEMPLIFICATE’

I PRODOTTI SI POTRANNO ACQUISTARE CON LA TESSERA SANITARIA

“Procedure semplificate nel Lazio per l’acquisizione dei prodotti destinati ai 17.000 celiaci della nostra regione”, ad annunciare la notizia il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti che ha firmato un decreto con cui si prevede ‘il riuso’ nella Regione Lazio del sistema di erogazione di alimenti, ed altro, già utilizzato nella Lombardia e adottato dal Veneto e dalla Toscana.

“Con l’adesione a questo network il sistema di pagamento sarà simile alle quotidiane modalità di pagamento alla cassa con la possibilità però di utilizzare come “borsellino elettronico” la Tessera sanitaria nazionale nella funzione di Carta nazionale dei servizi (Cns) – spiega Zingaretti - Il sistema prevede infatti la completa dematerializzazione dei processi amministrativi di assistenza ai celiaci e inoltre permette di utilizzare il budget mensile per l’acquisto dei prodotti negli esercizi commerciali autorizzati, quali farmacie e negozi, anche all’interno delle regioni facenti parte del network e che utilizzano la stessa piattaforma”.

Il nuovo servizio sarà in funzione una volta che sarà approvato il finanziamento con Fondi Europei da parte dell’Agenzia per la Coesione Territoriale e comunque sarà attivo entro la fine dell’anno.

STATUTO CAPITOLINO, ROLLO-CHIRIZZI: MODIFICHE M5S SU COMMISSIONE ELETTE PASSO INDIETRO INACCETTABILE

Durante la seduta dell'ultimo consiglio la maggioranza del M5S con un colpo di spugna ha messo fine a tutta una serie di passi in avanti ottenuti, grazie ad anni di lotte e sacrifici, dalle consigliere municipali romane.

"Nel 2013 infatti sono stati recepiti degli emendamenti che hanno modificato lo Statuto di Roma Capitale, permettendo una rappresentanza di pari uomini e donne nella composizione delle giunte complessive - spiegano le consigliere PD del Municipio Roma XV Agnese Rollo e Gina Chirizzi - Oggi chi governa Roma, con l'appoggio supino delle amministrazioni municipali, non solo propone la cancellazione della presenza paritaria di donne e uomini nella composizione delle giunte, ma sostituisce inoltre la commissione delle Elette, composta da sole donne, con la commissione Pari Opportunità. Questo evidenzia quanto si sia volutamente miopi su problematiche quotidiane, come la violenza sulle donne e le discriminazioni di genere subite in ambito lavorativo nonostante comprovate competenze, da sempre affrontate settimanalmente solo dalla commissione Elette. Questioni emergenziali tanto in ambito nazionale quanto in ambito locale che meritano di essere approfondite e non marginalizzate."

"Nel consiglio di lunedì scorso mi sono sentita una donna sola e delusa - continua Chirizzi - per il fatto che nessuna consigliera del M5S, a partire dalla presidente di commissione, abbia avuto la forza di intervenire e raccontare in aula, da persona libera, perché ci si doveva opporre".

"Con la modifica dell'articolo 23 dello statuto viene meno il criterio della democrazia paritaria - conclude Rollo - ecco perché oggi ho sentito il dovere e l'obbligo di formalizzare le mie dimissioni da vicepresidente della commissione Elette, in quanto non esistono più i presupposti per approfondire quotidianamente alcune tematiche a difesa dei diritti delle donne".

--

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, esplode una bomba da guerra in un campo dove bruciavano sterpaglie

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

  • Coronavirus, trend dei contagi stabile in Ciociaria. Una 15enne trasferita da Frosinone al Bambino Gesù

  • Coronavirus, contagi raddoppiati in poche ore a Valmontone

  • Coronavirus, la storia di Pina, Vigile del Fuoco discontinuo che sta combattendo per la vita

  • Coronavirus, tre carabinieri positivi: uno ha febbre e tosse, due sono asintomatici

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento