Roma Anagnina,   arrestato cittadino romeno ricercato per omicidio colposo

Era comodamente seduto in un locale dove preparano kebab di via Tuscolana quando i Carabinieri della Stazione Roma Appia, impegnati in un apposito servizio di ricerca, lo hanno arrestato in esecuzione di un provvedimento di cattura per mandato di...

Era comodamente seduto in un locale dove preparano kebab di via Tuscolana quando i Carabinieri della Stazione Roma Appia, impegnati in un apposito servizio di ricerca, lo hanno arrestato in esecuzione di un provvedimento di cattura per mandato di arresto europeo.

L’uomo, un cittadino romeno di 33 anni, nella Capitale senza fissa dimora, era ricercato dal mese di aprile del 2013, periodo in cui il Tribunale di Galati (Romania) lo ha riconosciuto responsabile di omicidio colposo.

I fatti a lui contestati risalgono al 1 maggio 2009: quel giorno il cittadino romeno si mise alla guida di un’autovettura nonostante fosse sprovvisto di patente di guida, poiché mai conseguita, e sotto l’effetto dell’alcool investì una persona uccidendola.

L’uomo si trova, ora, nel carcere di Regina Coeli, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

PRATI - CARABINIERI ARRESTANO 3 PERSONE SORPRESE MENTRE RECUPERANO APPARECCHIATURE PER CLONARE CARTE DI PAGAMENTO AD UNO SPORTELLO BANCOMAT.SALGONO A 25 GLI ARRESTI DEI CARABINIERI PER QUESTO TIPO DI REATO, DALL’INIZIO DELL’ANNO.

Tre cittadini bulgari, rispettivamente di 31, 37 e 40 anni, tutti nella Capitale senza fissa dimora, sono stati sorpresi, questa notte, dai Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo In Lucina, nel quartiere Prati, mentre stavano smontando uno skimmer ed una telecamera, che servono per catturare i dati delle carte di pagamento, da uno sportello bancomat.

Nel corso di un servizio di controllo, i militari hanno intercettato e pedinato i tre stranieri fino a quando, giunti in via degli Scipioni, li hanno visti armeggiare presso un bancomat e smontare l’apparecchiatura precedentemente piazzata.

Con i dati carpiti i tre avrebbero poi potuto clonare le carte e i bancomat di tantissimi utenti che avevano utilizzato quello sportello, ignari della presenza dell’apparecchiatura elettronica.

L’attenzione dei Carabinieri verso questo fenomeno criminale, che potrebbe danneggiare chiunque utilizzi uno sportello Bancomat, è molto alta.

Salgono così a 25 le persone arrestate (perlopiù di nazionalità bulgara) dai Carabinieri della Compagnia Roma Centro, scoperte nei pressi di sportelli bancomat ed accusate di accesso abusivo al sistema telematico, detenzione abusiva di codici di accesso a sistemi telematici, intercettazione, impedimento o interruzione illecita di comunicazioni telematiche e installazione di apparecchiature atte ad intercettare comunicazioni telematiche.

Consigli per gli utenti sono disponibili sul portale internet dell’Arma dei Carabinieri al seguente indirizzo:

http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Consigli/Tematici/Giorno+per+giorno/La+carta+di+credito/

DUE PONTI – NONNO PUSHER ARRESTATO DAI CARABINIERI.

TROVATO IN POSSESSO DI COCAINA PER UN VALORE DI OLTRE 50.000 EURO.

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia Roma Cassia hanno arrestato un pensionato romano di 73 anni, già sottoposto alla libertà vigilata, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari erano da tempo impegnati in un servizio di osservazione attuato nei pressi della sua abitazione, di via dei Due Ponti, dove si era registrato un continuo via vai di noti assuntori di sostanze stupefacenti.

I “clienti” del pusher, che popolavano il cortile del codominio ad ogni ora del giorno e della notte, attendevano il loro turno per entrare nel palazzo, poi ne uscivano con insolita fretta. In considerazione del fatto che il 73enne, residente nel comprensorio, era noto proprio per precedenti inerenti il traffico di sostanze stupefacenti, i Carabinieri hanno deciso di far scattare il blitz: dopo aver nuovamente registrato, nel pomeriggio di ieri, un notevole afflusso di acquirenti e individuato l’appartamento, hanno fatto irruzione sorprendendo il pensionato nel pieno della gestione della remunerativa attività illecita.

Durante la perquisizione, i Carabinieri hanno rinvenuto 220 g di cocaina che, dagli esami di laboratorio, è risultata essere pura all’80%, quindi che poteva essere ulteriormente tagliata per ricavarne oltre 1.200 dosi. La vendita al dettaglio di quel quantitativo di droga avrebbe permesso al pusher di intascare una somma che si aggira sui 50.000 euro. Oltre alla polvere bianca, i Carabinieri hanno sequestrato anche 8 grammi di hashish, 3,2 grammi di marijuana e tutto il materiale utile al confezionamento delle singole dosi.

L’uomo è stato trattenuto in caserma in attesa del giudizio con rito direttissimo che si è svolto nella mattinata odierna presso il Tribunale di Roma, a seguito del quale l’arresto è stato convalidato e il pensionato portato nel carcere di Regina Coeli.

MONTE MARIO – CARABINIERI SORPRENDONO 2 LADRI DI RAME IN AZIONE IN UN CANTIERE.

Due cittadini romeni, rispettivamente di 29 e 34 anni, sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione Roma Monte Mario perché sorpresi a rubare rame. Ieri pomeriggio, i due stranieri si sono introdotti all’interno di un cantiere edile di via Casal Lombroso, rubando alcune bobine di rame, circa 300 kg, per un valore complessivo di oltre 5 mila euro.

Una pattuglia dei Carabinieri in transito li ha scoperti e bloccati sul fatto, recuperando anche il rame che è stato riconsegnato al legittimo proprietario.

Arrestati dai militari, i due ladri sono stati accompagnati in caserma, dove sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. Dovranno rispondere di furto aggravato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Sanità, addio codice rosso nei Pronto Soccorso. Dal 2020 i numeri sostituiranno i colori

  • Alatri, Francesco Scarsella accusato di omicidio stradale sconterà la pena ai domiciliari

  • Si rompe una gamba, chiude il negozio e lo scrive su un avviso che diventa virale in rete (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento