Avances alle ignare vittime: ecco come agiva la donna della banda dei Rolex (video)

Resi noti in conferenza stampa i dettagli dell'operazione dei carabinieri di Cassino e Frascati che nella notte hanno arrestato nella periferia sud della Capitale i tre ladri

Sgominata dai carabinieri la banda dei Rolex che soltanto negli ultimi giorni aveva messo a segno ben quattro furti. In manette sono finiti Leonar Paun (a sx nella foto in alto) di 28 anni, già conosciuto alle forze dell'ordine, Florian Moise Mihai 25 anni e Zinca Mihai, 28 anni una romena con reati specifici. Tutti e tre arrestati nella capitale debbono rispondere di furto aggravato in concorso.

Il modus operanti 

Il modus operandi portato avanti dalla donna consisteva nel lusingare la vittima in mezzo alla strada creando così un grande  imbarazzo. Vere e proprie avances che spiazzavano il derubato. Facile a quel punto sfilargli il Rolex dal polso. I carabinieri agli ordini del comandante Ivan Mastromanno di Cassino hanno accertato ben quattro furti con la stessa tecnica.

Il blitz durante

Il blitz è scattato la scorsa notte nelle loro abitazioni a seguito delle indagini dei militari che dopo l'ultimo colpo avevano dato vita ad un piano di prevenzione che aveva portato all'intercettazione di una Ford Focus indicata come una vettura sospetta che si stava allontanando in tutta fretta dalla città martire.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I testimoni

E proprio gli occupanti di quella macchina, una coppia di romeni erano già conosciuti alle forze dell'ordine per alcuni furti con destrezza. Alcuni testimoni avevano segnalato la presenza dell'uomo nel luogo dove era avvenuto il furto. Così i carabinieri sospettando di trovarsi davanti ad alcuni componenti di una banda avevano rilasciato e poi pedinato. Non appena i due sono rientrati a casa, i militari con l'ausilio del personale del Gruppo Frascati hanno fatto irruzione nella loro abitazione. Nel corso dell'identificazione, le vittime hanno riconosciuto i tre stranieri. Al momento gli arrestati sono stati rinchiusi presso il carcere di Rebibbia nella capitale. Le indagini comunque non sono concluse e proseguono a ritmo serrato coordinate dal magistrato Roberto Bulgarini Nomi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • Cade in dirupo sui monti di Terelle, corsa contro il tempo dei soccorritori

  • Centraline per auto contraffatte, azienda ciociara nei guai: 29 denunciati

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

  • Cassinate, schianto lungo la Casilina, un'auto ribaltata e un furgone distrutto (foto)

  • Magicland, dal 10 luglio con lo spettacolo Aquarium il lago si animerà con delfini, squali e balene

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento