Roma, in viale Somalia accoltella marito al termine di una lite. Arrestato 60enne per tentato omicidio e stalking

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli hanno arrestato una cittadina italiana, 60enne, già conosciuta alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentato omicidio aggravato e atti persecutori, ai danni del marito.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli hanno arrestato una cittadina italiana, 60enne, già conosciuta alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentato omicidio aggravato e atti persecutori, ai danni del marito.

L’episodio che è stato segnalato da un cittadino al 112, è avvenuto l’altro ieri in viale Somalia all’altezza dell’ingresso della tangenziale, dove la coppia ormai in crisi da tempo, ed in fase di separazione, si sono incontrati forse per un chiarimento o per un tentativo di riconciliazione. La discussione all’interno della loro autovettura ha preso una brutta piega e tra i due ne è nata una violenta lite che è finita con l’accoltellamento dell’uomo da parte della donna. Il marito colpito al fianco destro, con un coltello da cucina, è stato subito soccorso da un’ambulanza del 118 e trasportato all’ospedale Sandro Pertini, dove ha subito un intervento chirurgico. La prognosi è di oltre 20 giorni. Anche la donna ha riportato alcune escoriazioni, ed è stata medicata presso il Policlinico Umberto I. Successivamente è stata condotta in caserma ed in serata associata al carcere di Rebibbia Femminile, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Il coltello è stato recuperato e sequestrato. Questo gravissimo episodio non è altro che l’ultimo atto di una serie di condotte persecutorie che la donna ha posto in essere nei confronti dell’ex coniuge dettate dalla mancata rassegnazione della donna alla conclusione della loro relazione sentimentale.

PUGNO AL VOLTO DI UN TURISTA PER DERUBARLO DEL TELEFONO CELLULARE. DUE GIOVANI BLOCCATI DAI CARABINIERI

Sono entrati in azione all’alba di questa mattina, i due giovani romani di 17 e 21 anni, il più grande già conosciuto alle forze dell’ordine, bloccati dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro. I ladruncoli, intorno alle 6, avevano adocchiato un “succulento” telefono cellulare che un giovane olandese di 24 anni, a Roma per turismo, stava stringendo tra le mani. I baby rapinatori, quindi, hanno avvicinato il turista e, dopo averlo colpito con un violento pugno al volto, gli hanno strappato lo smartphone dalle mani, dandosela a gambe.

I Carabinieri, che stavano transitando non lontano dal luogo dell’aggressione, hanno notato la scena e si sono messi immediatamente all’inseguimento dei giovani malviventi, bloccandoli poco dopo. La refurtiva è stata recuperata e restituita alla vittima che fortunatamente non ha riportato lesioni gravi, mentre il 21enne è stato arrestato e portato in caserma in attesa del rito direttissimo. Il suo complice 17enne, incensurato, è stato denunciato a piede libero.

SCIPPA UNA CATENINA IN ORO AD UNA 55ENNE, BLOCCATO ED ARRESTATO DAI CARABINIERI.

I Carabinieri della Stazione Roma Prima Porta, hanno bloccato un cittadino romeno di 34 anni, incensurato, subito dopo aver messo a segno uno scippo ai danni di una 55enne romana. L’uomo, in via Frassineto, si è avvicinato alla vittima e con un gesto fulmineo le ha strappato la catenina d’oro che aveva al collo, facendola rovinare a terra e fuggendo poi via a piedi. Sfortunatamente per lui, una pattuglia dei Carabinieri in transito ha notato la scena ed è immediatamente intervenuta bloccando lo scippatore. Il 34enne, al temine del rito direttissimo è stato associato presso il carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

ROMA, ARMATO DI BORSA SCHERMATA SVALIGIA UNA PROFUMERIA. SCOPERTO DAL PERSONAE ED ARRESTATO DAI CARABINIERI

Un cittadino romeno 24enne, nella Capitale senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Talenti, con l’accusa di furto. Il giovane, ieri pomeriggio, all’interno del centro commerciale Porte di Roma, armato di una grossa borsa schermata è entrato in una profumeria, facendo razzia di profumi e altri prodotti cosmetici, per un valore complessivo di 700 euro.

Sfortunatamente per lui un addetto alle vendite del negozio lo ha notato all’opera ed ha immediatamente allertato il 112. La pattuglia dei Carabinieri intervenuta sul posto ha bloccato il taccheggiatore, recuperando anche la refurtiva che è stata riconsegnata al responsabile del negozio. Dopo l’arresto, il giovane è stato accompagnato in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

CONTROLLI ANTIDROGA DEI CARABINIERI AL PIGNETO, SAN LORENZO E TRASTEVERE. 9 ARRESTI

I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma proseguono i controlli antidroga nelle zone della movida. Pigneto, San Lorenzo sono stati i quartieri più sorvegliati, ma non sono mancati servizi di prevenzione anche nelle zone di Trastevere, Testaccio, Ponte Milvio, Ostiense e in altri quadranti della Capitale dove vi sono locali notturni e luoghi di aggregazione giovanile. Il bilancio dell’operazione è di 14 persone arrestate con l’accusa di furto e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare: i Carabinieri del Nucleo Operativo delle Compagnia Roma Piazza Dante hanno arrestato un cittadino del Senegal di 22 anni, sorpreso in via Macerata, al Pigneto, mentre stava cedendo delle dosi di marijuana in cambio di 20 euro ad un acquirente, che è stato segnalato. Rinvenute e sequestrate nella disponibilità del pusher dosi di stupefacente per 15 grammi e 160 euro in denaro contante. In piazza del Pigneto, poco dopo, i Carabinieri della Stazione Roma Tuscolana, hanno arrestato un cittadino del Gambia, di 25 anni, sorpreso a cedere una dose di marijuana ad un giovane acquirente che è stato segnalato. Sempre in piazza del Pigneto, i Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste, invece, hanno arrestato tre pusher, un 18enne del Gambia, un 23enne dell’Eritrea ed un 23enne del Senegal, sorpresi con 20 grammi di marijuana e 200 euro in contanti. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere hanno arrestato un cittadino tunisino di 25 anni ed uno del Senegal di 23 anni, sorpresi a spacciare dosi di marijuana oltre Tevere. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Piazza Dante invece sono entrati in azione nel quartiere San Lorenzo dove hanno “pizzicato” un cittadino tunisino di 27 anni ed uno marocchino di 29 anni, entrambi con precedenti, mentre, in Largo degli Osci, stavano vendendo dosi di marijuana in cambio di 130 euro ad alcuni ragazzi, poi segnalati.

Nel corso del servizio sono state sequestrate numerose dosi di stupefacente e circa mille euro in denaro contante trovati nelle disponibilità dei pusher, quale provento della loro attività illecita. Quindici sono invece gli acquirenti identificati per i quali è stata inoltrata la segnalazione all’Ufficio Territoriale del Governo che li indica come assuntori di droghe.

FIDENE – FACEVA PROSTITUIRE LA COMPAGNA SULLA SALARIA. ARRESTATO DAI CARABINIERI.

I Carabinieri della Stazione Roma Fidene hanno arrestato, la scorsa notte, un 35enne, romano, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di favoreggiamento della prostituzione. L’uomo è intervenuto per intimare ad un cliente di pagare la prestazione sessuale che aveva poco prima consumato con la convivente, una cittadina romena di 35anni, sulla via Salaria dove la faceva prostituire, successivamente è stato fermato ed arrestato dai Carabinieri.

Dopo l’arresto il 35enne è stato prima accompagnato in caserma e successivamente condotto nel carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dettagli del tentato omicidio. Dopo la discussione, lo sparo alla testa mentre era in auto

  • Cassino – Formia, brutto incidente sulla superstrada. Auto si ribalta dopo un violento scontro con un’altra

  • Alatri, Giancarlo Straccamore trovato morto nella sua abitazione

  • Raid notturno a casa della fidanzata dell'albanese che ha sparato ad un suo connazionale

  • Cassino, malore in campo mentre partecipa ad un memorial di calcio, grave giovane avvocato

  • Buone notizie per l’ospedale di Frosinone, ostetricia e ginecologia premiati con due bollini rosa

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento