Roma, minacce BR al presidente Zingaretti. Solidarietà bipartisan

Una lettera con lo “zucchero avvelenato”  è arrivata al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, in via Cristoforo Colomb. Sulla busta, a penna blu, c'erano una stella a cinque punte un pò sgangherata e la firma «Nuove Brigate rosse - C.A...

Una lettera con lo “zucchero avvelenato” è arrivata al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, in via Cristoforo Colomb. Sulla busta, a penna blu, c'erano una stella a cinque punte un pò sgangherata e la firma «Nuove Brigate rosse - C.A.C.» ovvero «con attacco chimico».

All'interno, una polvere bianca e un messaggio di minacce. Subito è scattato l'allarme: sono intervenuti i carabinieri della compagnia Eur e del Nucleo investigativo che hanno effettuato i rilievi del caso. E Il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo, capo del pool antiterrorismo, ha aperto un’inchiesta. Verrà disposta una consulenza per stabilire la natura della polvere bianca e si indagherà per individuare l’autore della lettera il cui contenuto, secondo i carabinieri, è farneticante: è probabile che chi ha scritto il messaggio sia uno squilibrato o un mitomane. La solidarietà al presidente Zingaretti, è stata bipartisan a cominciare dal segretario Regionale del Pd, Enrico Gasbarra, dai candidati a Sindaco di Roma, Gianni Alemanno e Ignazio Marino, insieme a Francesco Storace.

MINACCE DELLE NUOVE BR A ZINGARETTI, LA SOLIDARIETA’ DI FRANCESCO DE ANGELIS, MARIA SPILABOTTE E MAURO BUSCHINI

“Piena solidarietà all’amico Nicola”. Queste le prime parole dell’eurodeputato Francesco De Angelis dopo aver appreso della lettera di minacce indirizzata al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e firmata “Nuove brigate rosse”, arrivata nella sede di via Cristoforo Colombo. “Sono convinto – prosegue De Angelis - che Nicola non si farà intimidire da questo grave episodio ma continuerà nel suo ruolo come ha fatto fino ad oggi, quotidianamente e in prima fila, per migliorare le istituzioni, la politica e la società così come ha sempre fatto con il suo impegno in questi anni”.

Anche la Senatrice Maria Spilabotte esprime la propria solidarietà al Presidente Zingaretti, affermando: “Si tratta di un gesto inqualificabile, che condanniamo in maniera forte e decisa e che non deve essere assolutamente sottovalutato. In questo clima di profonda crisi economica e sociale che stiamo vivendo qualcuno pensa di ricorrere alla violenza per calpestare la democrazia: alla politica il compito di dare le giuste risposte per evitare derive degenerative”.

Infine, il consigliere regionale Mauro Buschini: “Queste minacce appaiono tanto incomprensibili quanto gravi. Anche per questo occorre che le istituzioni stesse sappiano dare una risposta adeguata ed evitare che la crisi che stiamo vivendo degeneri socialmente, fino ad arrivare alla giustificazione, se non addirittura all’approvazione e all’istigazione, della violenza e della prevaricazione. Sarò al fianco dell’amico Nicola, a cui va la mia solidarietà, con la certezza che questo gesto non fermerà la sana politica riformista e riformatrice che abbiamo iniziato, proseguendo con l’impegno civile che ha sempre contraddistinto Zingaretti in questi anni al servizio delle istituzioni”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento