Roma, prostituzione, interrogazione presentata dalla Senatrice Maria Spilabotte. Carella chiede la calendarizzazione della proposta di Legge  

La Senatrice Maria Spilabotte, insieme ai colleghi Sergio Lo Giudice e Monica Cirinnà, hanno presentato una interrogazione al Ministro dell'Interno e al Governo sulla questione della regolamentazione della prostituzione. In particolare...

La Senatrice Maria Spilabotte, insieme ai colleghi Sergio Lo Giudice e Monica Cirinnà, hanno presentato una interrogazione al Ministro dell'Interno e al Governo sulla questione della regolamentazione della prostituzione. In particolare, considerato che da mesi il presidente del Municipio IX di Roma Andrea Santoro, dietro indicazione del Sindaco Marino, tiene vertici con i comitati cittadini e l’amministrazione di Roma Capitale per la realizzazione di un progetto di individuazione di una zona di tolleranza all’Eur dove prostitute e prostituti possano esercitare la loro professione in sicurezza, al di fuori della quale è prevista un’intensificazione delle azioni di repressione attraverso sanzioni di 500€ ai danni dei clienti di sex worker, l'interrogazione è volta a conoscere qualistrumenti e quali risorse il Governo abbia oggi in campo per contrastare il fenomeno della prostituzione e se il Ministero dell’interno intenda sperimentare, attraverso la cooperazione con i comuni, la “zonizzazione” del fenomeno della prostituzione non coercitiva.

Spiega la Senatrice Spilabotte: "Il modello regolativo vigente oggi Italia a seguito dell'introduzione della legge Merlin ha relegato la prostituzione al giro d’affari sommerso in mano alla criminalità organizzata, alimentando di anno in anno e in maniera significativa il fenomeno della tratta di esseri umani. Numerosi Paesi, anche molti europei, hanno individuato modelli sostenibili di regolamentazione del sex work, incontrando il superamento dei costi economici e sociali prodotti dalle norme repressive.

Inoltre secondo il Rapporto Italia 2015 dell’Eurispes il 65,5% della popolazione italiana si dichiara a favore della legalizzazione della prostituzione e dunque è opportuno discutere di un fenomeno molto sentito: l'interrogazione vuol conoscere anche le intenzioni del Governo in merito al ddl n.1201 da me presentato in materia di “Regolamentazione del fenomeno della prostituzione”, ancora in attesa di essere discusso in Senato".

PROSTITUZIONE, CARELLA (PD): CALENDARIZZARE SUBITO PROPOSTA LEGGE STOP RACKET

Occorre una legge articolata sulla regolamentazione della prostituzione che sia capace di contrastare la tratta delle donne e di stroncare il racket che si alimenta sulla sofferenza di tante ragazze: mi auguro che la Camera calendarizzi quanto prima la proposta di legge depositata dal collega Alessandro Bratti".

Lo dichiara, in una nota, il deputato del Pd, Renzo Carella. "Ho deciso di sottoscrivere questa proposta - spiega Carella - perchè, come messo in evidenza dal caso della città di Roma, non è tollerabile lasciare tante ragazze in balìa di una segregrazione efferata: molte di loro arrivano in Italia dalle zone di guerra o dal Centrafrica spinte da promesse che si rilevano un bluff e si ritrovano poi per strada a fare un lavoro che non avevano neppure immaginato".

"Mi auguro che il Parlamento affronti questo tema senza ipocrisia perchè è necessario rispondere anche a un'esigenza di sicurezza sociale: intorno alla prostituzione, infatti, si alimenta una delinquenza spregevole, che agisce indisturbata", prosegue Carella. "La regolamentazione, che deve rivolgersi a chi sceglie volontariamente di svolgere quest'attività, è un dovere civico e morale: dobbiamo garantire sicurezza sanitaria e salvaguardare la dignità della donna, eliminando ogni elemento di sottomissione e schiavitù", conclude Carella.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento