Roma,   ragazzini terribili in comunità minacciano e rapinano due operatori della struttura

Erano diventati il terrore del centro residenziale per minori di piazza Santa Maria del Soccorso, dove erano stati costretti ad alloggiare poiché entrambi gravati dalla misura cautelare del collocamento in comunità per problemi con la Giustizia.

ragazzini terribili

Erano diventati il terrore del centro residenziale per minori di piazza Santa Maria del Soccorso, dove erano stati costretti ad alloggiare poiché entrambi gravati dalla misura cautelare del collocamento in comunità per problemi con la Giustizia.

I protagonisti della vicenda sono due ragazzini, un romano di 15 anni e un cittadino tunisino di 17 anni, che hanno pensato bene di rapinare gli operatori della struttura. E’ così che, nella tarda serata di ieri, una segnalazione giunta al “112” ha informato la Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Roma che era in corso una rapina ai danni di una operatrice sociale della comunità. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma. I ragazzini terribili, che avevano strappato la borsa dalle mani della vittima per impossessarsi delle chiavi della cassaforte della direzione della struttura – da cui hanno asportato 50 euro - sono stati arrestati dai militari. E’ stato recuperato anche un coltello da cucina utilizzato per minacciare la donna. Dai successivi accertamenti è emerso che, gli stessi minori avevano rapinato anche uno psicologo impiegato nel centro, oltre ad aver danneggiato alcuni arredi della struttura. I due ragazzi si trovano, ora, nel Centro di Prima Accoglienza per Minori a disposizione dell’Autorità Giudiziaria Roma, all’Appio sorpresi a vergare sul muro il loro “tag”, due graffitari denunciati Ade”, era il loro tag, il marchio con cui si distinguevano dagli altri graffitari. Questa volta, però, il loro timbro li ha traditi, ed ha fatto scattare nei loro confronti una denuncia a piede libero per deturpamento e imbrattamento di immobili pubblici. A finire nei guai sono stati due ragazzi romani, entrambi 19enni, che sono stati sorpresi dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante - in servizio di Pattuglia Mobile di Zona – mentre con alcune bombolette di vernice stavano imbrattando il muro di cinta di una struttura militare di proprietà del Demanio dello Stato. Durante le perquisizione personali sul posto, i due ragazzi sono stati trovati in possesso di zaini contenenti diverse bombolette di vernice spray che sono state sequestrate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, commozione e lacrime al funerale di Giuseppe Sinibaldi (foto)

  • Fuori in permesso, non fa ritorno al carcere di Frosinone. Ricercato un pericoloso detenuto

  • Cassino, autista ferito e trasferito dopo ore: esposto dei familiari contro il pronto soccorso

  • Maltempo, dopo la pioggia è il forte vento a fare danni in Ciociaria. A Cassino grosso albero cade su via Casilina (foto)

  • Cassino, muore in ospedale a soli 54 anni dopo due giorni di ricovero: aveva coliche addominali

  • La storia: "Se mio padre è ancora vivo lo debbo ai cardiologi dello Spaziani di Frosinone"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento