Roma, Tiburtina  rapinano  con minacce in tre una prostituta poi vengono presi

Sulla Tiburtina tre giovani romani avvicinano una prostituta e dopo averla minacciata, le rubano i soldi ed il cellulare. Rintracciati ed arrestati dai carabinieri.

Arresti 1

Sulla Tiburtina tre giovani romani avvicinano una prostituta e dopo averla minacciata, le rubano i soldi ed il cellulare. Rintracciati ed arrestati dai carabinieri.

I Carabinieri della Stazione di Roma San Basilio hanno arrestato tre cittadini romani rispettivamente di 18, 20 e 22 anni, con l’accusa di rapina. I tre, perlopiù già noti alle forze dell’ordine, questa notte, in via Tiburtina con la scusa di voler consumare un rapporto, hanno avvicinato una prostituta di 31 anni, cittadina bulgara, e dopo averla minacciata, con violenza le hanno rubato i soldi ed il cellulare, fuggendo via a bordo della loro auto. Fortunatamente, la vittima aveva con se un altro cellulare ed ha subito allertato il 112 dei Carabinieri, fornendo anche la targa del veicolo utilizzato per la fuga dai rapinatori. I militari immediatamente intervenuti, si sono messi sulle loro tracce e li hanno rintracciati e bloccati poco dopo. Arrestati dai Carabinieri i tre sono stati poi accompagnati in caserma, dove sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo. Recuperati dai militari anche i soldi ed il cellulare che sono stati riconsegnati alla vittima. CARABINIERI ARRESTANO DUE LADRI DI CARBURANTE, AVEVANO APPENA ASPORTATO DU TANICHE DI GASOLIO DA UN DEPOSITO DELL’AMA. A SEGUITO DI PERQUISIZIONE SONO STATI TROVATI IN POSSESSO ANCHE DI 30 GRAMMI DI MARIUANA. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli, unitamente ai militari della Stazione Roma viale Eritrea, hanno arrestato due cittadini afgani di 21 e 26 anni, con l’accusa di furto aggravato e detenzione di sostanze stupefacente. I due giovani, questa notte, si sono introdotti all’interno del deposito A.M.A, di piazzale delle Crociate ed hanno prosciugato il serbatoio di un mezzo in sosta. Riempite due taniche di carburante, i ladri si sono poi dileguati pensando di averla fatta franca. Sfortunatamente per loro però, una pattuglia in transito, li ha notati e subito bloccati. A seguito della perquisizione, i due malfattori sono stati trovati in possesso anche di 30 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi e 55 euro in denaro contante, tutto sequestrato. Il gasolio recuperato dai Carabinieri è stato riconsegnato al responsabile del deposito. I due ladri sono stato arrestati ed accompagnati in caserma, in attesa del rito direttissimo. RINTRACCIATO ED ARRESTATO DAI CARABINIERI UN CITTADINO ROMENO, RICERCATO IN CAMPO INTERNAZIONALE PER ATTI SESSUALI CON MINORI COMMESSI NEL SUO PAESE.IN PATRIA, RISCHIA FINO A 10 ANNI DI CARCERE. Un cittadino romeno di 37 anni è stato rintracciato ed arrestato dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma. L’uomo era ricercato in campo internazionale poiché ritenuto responsabile di atti sessuali con minori, reati commessi in Romania nell’ottobre del 2012. Per questo motivo, il Tribunale di Iasi (Romania) ha emesso un provvedimento di custodia cautelare in carcere lo scorso 26 Maggio che, vista la sua irreperibilità nel paese d’origine, è stato successivamente inserito anche nella banca dati Schengen. ( ossia ricercati internazionali). I militari del Nucleo Investigativo di via In Selci lo hanno rintracciato in via di torre Spaccata e, dopo avergli notificato il provvedimento, lo hanno portato nel carcere di Regina Coeli dove attenderà il completamento delle pratiche per l’estradizione. L’uomo, secondo quanto previsto dal codice penale romeno, rischia una pena massima di 10 anni di reclusione. TERMINI - CITTADINA BOSNIACA RINTRACCIATA DAI CARABINIERI NEI PRESSI DELLO SCALO FERROVIARIO.ERA RICERCATA PER VARIE RAPINE E FURTI, DOVRA’ SCONTARE UNA PENA DI 20 ANNI DI RECLUSIONE. Nell’ambito dei quotidiani servizi finalizzati al controllo del territorio, eseguiti all’interno e nell’area adiacente lo scalo ferroviario Roma Termini, i Carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto hanno rintracciato ed arrestato, una 36enne cittadina bosniaca, già nota alle forze dell’ordine che era ricercata per numerose rapine e furti commessi nella Capitale. La donna è stata notata dai militari dell’Arma aggirarsi con fare sospetto nei pressi della stazione, ed insospettitisi hanno deciso di controllarla. Dagli accertamenti è cosi emerso che a carico della donna pendeva un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, ufficio esecuzioni penali, dovendo la donna scontare una pena di 20 anni ed un mese di reclusione. Arrestata dai Carabinieri, al termine delle formalità di rito, la 36enne è stata associata al carcere di Rebibbia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, al via le assunzioni a Leroy Merlin. Ecco come fare a candidarsi

  • Cassino, 'piove' un chilo di droga dal controsoffitto del centro commerciale

  • Scopre il marito con l'amante e con l'auto sfonda parte di un'attività commerciale

  • E' morto Tonino Cianfarani, l'assassino di Samanta Fava

  • Scontro tra tir in A1 tra Arezzo e Valdarno, ferito un 39enne di Frosinone

  • Cassinate, la storia di Giovanni Nardelli: da studente di periferia a manager di successo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento