Abbruzzese, “nel pdl si apra confronto su agenda antricrisi”

"I dati del rapporto di Bankitalia sull'economia del Lazio rappresentano una drammatica fotografia di un sistema in piena recessione economica. La disoccupazione al 12,6% , la frenata del prodotto interno lordo (il PIL si è ridotto del 2% ...

"I dati del rapporto di Bankitalia sull'economia del Lazio rappresentano una drammatica fotografia di un sistema in piena recessione economica. La disoccupazione al 12,6% , la frenata del prodotto interno lordo (il PIL si è ridotto del 2% rispetto al 2012) e le sempre più marcate criticità inerenti l'accesso al credito sia per le famiglie che per le imprese rappresentano uno scenario terribile a cui istituzioni e partiti politici non possono voltare le spalle". Lo ha dichiarato, Mario Abbruzzese, Vice presidente della Commissione Sviluppo Economico, Lavoro, PMI del Consiglio Regionale del Lazio a margine a commento dei recenti dati del rapporto annuale sullo stato dell'economia laziale di Bankitalia.

"Il dialogo attualmente in atto nel centro destra è sicuramente interessante e sintomatico di vivacità dialettica, per cui anche l'ipotizzata nascita di nuovi soggetti politici di destra, anche se personalmente sono un sostenitore dell'unità e coesione di tutte le forze, può essere visto positivamente perchè garantisce pluralità di idee e risorse umane.

In ogni caso qualunque saranno le strutture organizzative, da un dato il centro desta dovrà partire e cioè dai numeri messi in evidenza da Bankitalia. Credo sia opportuno far nascere all'interno del Popolo della Libertà un dibattito serio e costruttivo dove al centro ci siano realmente le criticità del territorio. Riconoscendo ancora una volta le spiccate doti di leader del nostro presidente Silvio Berlusconi e rispettando tutti coloro che vorranno intraprendere altre strade fuori dal PdL, sarà, però, necessario porre come punto nevralgico dell'attività di partito non il confronto su chi guiderà la struttura provinciale ma bensì sull'agenda di chi rappresenterà sul territorio uno dei maggiori movimenti politici degli ultimi 20 anni. Un'agenda che dovrà avere al suo interno possibili soluzioni a criticità come: disoccupazione, crisi dell'edilizia, accesso al credito da parte delle famiglie e degli imprenditori, cassa integrazione e riduzione fatturato/produzione industria.

Spero che alla fine prevalga il buon senso e che su questi "comandamenti" si ritrovi unità e voglia di dibattere non sulle poltrone e sui nomi ma su idee e progetti che possano dare speranza alla nostra gente, alle nostre famiglie, ai nostri giovani". Ha concluso Abbruzzese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Due carabinieri investiti da una macchina che ha forzato il posto di blocco

  • Coronavirus, dallo "Spallanzani'' azzerano per ora anche i presunti casi di Frosinone

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

  • Cassino, cade in un tombino lasciato aperto e si rompe la faccia

  • Cassinate, nonna Teresa muore di crepacuore a distanza di poche ore dall'adorato nipote

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento