Anzio/Ardea , trafugava tra le borse sotto gli ombrelloni. Arrestato 19enne tunisino

Con l’arrivo dei turisti che affollano le spiagge aumentano i controlli della Compagnia di Anzio sul litorale di propria competenza, soprattutto durante il fine settimana.

Con l’arrivo dei turisti che affollano le spiagge aumentano i controlli della Compagnia di Anzio sul litorale di propria competenza, soprattutto durante il fine settimana. Ieri pomeriggio a finire in manette è stato un 19enne di origine tunisina che è stata acciuffato dai Carabinieri con le mani nel sacco. Da qualche giorno i militari della Compagnia di Anzio, nel tratto di litorale ricompreso fra Nettuno, Anzio ed Ardea, con uomini sia in divisa che in abiti civili, hanno predisposto diversi servizi lungo le spiagge dove si sono registrati alcuni furti perpetrati in danno dei bagnanti che, per godersi un meritato momento di relax, hanno spesso l’abitudine di lasciare i propri effetti personali incustoditi sotto l’ombrellone. Già la settimana scorsa a Nettuno sulla spiaggia attigua al Poligono Militare era stato arrestato un giovane algerino che, approfittando sia della distrazione dei bagnanti che della grande affluenza di persone, aveva asportato un iPhone trafugando fra le borse lasciate sotto gli ombrelloni; per sua sfortuna alcuni bagnanti si sono accorti della situazione dando subito l’allarme. I Carabinieri della Stazione di Nettuno, unitamente a quelli di vigilanza presso la struttura militare, hanno sorpreso l’uomo mentre cercava di guadagnarsi la fuga lungo la costa. Situazione identica si è verificata ieri presso uno stabilimento balneare di Lavinio dove i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anzio, con la collaborazione di un bagnino e di alcuni bagnanti, hanno acciuffato un tunisino che, come nel caso precedente, aveva rubato un iPhone. Il responsabile è stato quindi arrestato e trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo, mentre la refurtiva è stata restituita al proprietario.

Nel corso dei numerosi controlli eseguiti lungo la costa i Carabinieri della Compagnia di Anzio hanno anche denunciato alcuni parcheggiatori abusivi e passato al setaccio diverse attività commerciali (per lo più bar e sale giochi). In particolare, nel corso di un servizio straordinario a largo raggio effettuato nella serata di ieri nella zona di Ardea, i militari hanno identificato circa 120 persone, controllato 70 mezzi, alcuni dei quali perquisiti, eseguito numerosi controlli ai soggetti sottoposti a misure restrittive, nonché elevato diverse contravvenzioni e sequestrato tre autovetture perché prive di copertura assicurativa. L’attività in oggetto si inquadra in un più ampio programma di controllo del territorio che sarà ripetuto anche prossimamente, finalizzato prevalentemente alla prevenzione dei reati in genere ed in particolare di quelli contro il patrimonio, soprattutto in previsione delle imminenti vacanze estive.

CENTRO STORICO - CONTROLLI ANTIBORSEGGIO DEI CARABINIERI.ARRESTATI ALTRI 10 LADRI.RESTITUITA REFURTIVA PER OLTRE 2MILA EURO IN CONTANTI.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proseguono i servizi antiborseggio dei Carabinieri di Roma a tutela dei turisti e dei cittadini della Capitale. Nelle ultime ore, dopo l’ondata di arresti dei giorni scorsi, altri 10 borseggiatori sono caduti nella rete dei Carabinieri della Compagnia Roma Centro che, anche in abiti civili, sorvegliano i principali luoghi turistici e i mezzi pubblici. Gli arrestati sono tutti nomadi di età compresa tra i 17 e i 45 anni, appartenenti ai campi nomadi di via Pontina e di Castel Romano. In particolare, gli episodi sono avvenuti all’interno di Villa Broghese, Via dei Fori Imperiali, a bordo del famigerato autobus “64” e nei pressi delle fermate metropolitane, “Castro Pretorio”, “Lepanto”. Le vittime tutti turisti provenienti dall’India, Inghilterra e Messico. La refurtiva (oltre 2mila euro in contanti, banconote estere, carte di credito ed oggetti personali) è stata restituita alle vittime. Tra i 10 ladri, accusati di furto e tentato furto aggravato, nove sono stati accompagnati in caserma in attesa di essere processati con il rito per direttissima mentre una 17enne è stata accompagnata presso il centro di prima accoglienza di via Virginia Agnelli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Manette troppo strette: due agenti di Polizia penitenziaria a processo per lesioni contro un recluso

  • Ciclista ciociaro muore lungo la strada per Forca d'Acero

  • Coronavirus, bollettino 27 giugno: il Covid si riaffaccia in Ciociaria

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento