Calcio, ancora una super Lazio. 2 a 0 al Verona e terzo posto consolidato

" Ancora tu.. Non mi sorprendi lo sai... Ancora tu... ma non dovevamo vederci più'.... ". Canta Felipe Anderson la sesta sinfonia laziale, canta , danza  e firma gol d'autore. Grazie a lui, le aquile biancocelesti proseguono la corsa Champion e...

Lazio Verona

" Ancora tu.. Non mi sorprendi lo sai... Ancora tu... ma non dovevamo vederci più'.... ". Canta Felipe Anderson la sesta sinfonia laziale, canta , danza e firma gol d'autore. Grazie a lui, le aquile biancocelesti proseguono la corsa Champion e

sistemano la pratica Verona con il classico 2 a 0. La sblocca subito di "cabeca" e la chiude Candreva, sul finire del primo tempo con un missile terra-aria. Terzo posto consolidato e assalto alla Roma , vittoriosa a Cesena, rimandato alle prossima occasione.

LE FORMAZIONI

Dopo la vittoria in trasferta con il Torino, Pioli conferma il modulo con Klose di punta e la batteria di trequartisti in cui torna Mauri e Candreva. Cataldi si siede in panca.

Nel Verona squalificati Sala e Juanito Gomez e Jankovic. . Christodoilpoulos titolare come Ionita che torna a disposizione.

SEMPRE ANDERSON

Quattro giri di lancette e il fenomeno timbra il nono gol stagionale e onora, cosi', il fresco rinnovo contrattuale . Basta pennella dalla destra , il giocoliere finalizza di testa . La palla accarezza il legno ed entra in rete. Gara subito in discesa per i romani , il fortino scaligero è già smontato. Il Verona reagisce ,e , nell'unica occasione del mach, su palla inattiva , colpisce un palo con Moras al 12'.

Da lì in poi è solo Lazio. Netto il dominio biancoazzurro che inizia il suo concerto offrendo alla platea giocate d'alta scuola. Azione da playstation , Felipe-Biglia-Klose che il portiere Benussi neutralizza in due tempi. Lo tsunami biancoblu, straripa nelle sponde veronesi.

Biglia scheggia la traversa con un tiro a giro , dopo una manovra spettacolare alla quale partecipano tutti gli attaccanti..

Sale in cattedra Candreva. Vuole il gol. Ci prova più' volte e lo realizza al 47' con un bolide su punizione . Raddoppio dei romani e tutti a bere un tè caldo.

DOMINO BIANCOAZZURRO

In apertura di ripresa si aspetta la reazione del Verona, ma la Lazio è' compatta e si difende bene. Tutti per uno e uno per tutti . Come una fisarmonica , gli uomini di Pioli , difendono e attaccano in undici. I ritmi calano ma la supremazia laziale e'netta.

Sempre Anderson al 18' , intercetta un pallone nella propria metà campo, progressione di 60 metri e tiro dal limite che finisce sulla traversa con l'aiuto di Benussi. Applausi a scena aperta.

Ancora lui due minuti dopo spedisce al lato. La Lazio produce azioni in serie. Marchetti dietro dorme sogni "azzurri".

Pioli gestisce la rosa concedendo spazio a Lulic, al rientro dopo due mesi, Keita e Perea. Standing ovation per il brasilano nel finale osannato dagli spalti.

Ci prova ancora Keita che colpisce il terzo legno . È l'ultimo sussulto di una gara senza storia. Tutto facile per la Lazio . La sosta arriva inopportuna a stoppare momentaneamente un periodo d'oro.

Roberto Mattei

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anagni, 15enne muore durante l' elitrasporto al Bambino Gesù

  • Sora, muore a soli 35 anni l'autotrasportatore Gianluca Caschera

  • Villa Santa Lucia, va da un concessionario per acquistare una nuova auto e muore

  • Cassino, raccapricciante scritta nei confronti del segretario della Lega giovani

  • Incidente alla stazione di Ceccano, una persona finisce sotto al treno

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento