Carceri: detenuto di 30 anni muore per cause ancora da accertare a Rebibbia nuovo complesso

Un detenuto salvadoregno di 30 anni, Cristian M. è morto all’interno della sua cella nel carcere di Rebibbia Nuovo Complesso. A dare la notizia del 16mo decesso avvenuto nelle carceri del Lazio dall’inizio del 2013 è il Garante dei detenuti del...

Un detenuto salvadoregno di 30 anni, Cristian M. è morto all’interno della sua cella nel carcere di Rebibbia Nuovo Complesso. A dare la notizia del 16mo decesso avvenuto nelle carceri del Lazio dall’inizio del 2013 è il Garante dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni.

Secondo le prime informazioni, le cause della sua morte sono ancora da stabilire: quel che è certo è che nei locali dove l’uomo è stato trovato morto ieri sera si avvertiva un forte odore di gas fuoriuscita dalla bomboletta che alimenta il fornello che utilizzano i detenuti.

Originario di El Salvador, Cristian era stato arrestato lo scorso anno per violenza a pubblico ufficiale, ed aveva un fine pena a marzo 2014. Alcolista, era stato preso in carico dal Sert e, a quanto sembra, una struttura assistenziale della Capitale si era reso disponibile ad ospitarlo fino alla fine della pena.

Quello di Cristian è il 16mo decesso registrato nelle carceri del Lazio da gennaio ad oggi: cinque sono stati i suicidi, quattro i decessi per malattia e sei per cause da accertare. Al computo va aggiunta anche una donna che lavorava come infermiera a Rebibbia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sarà la magistratura a stabilire se quello di Cristian sia stato un suicidio o un altro tipo di morte - ha detto il Garante dei detenuti Angiolo Marroni – Quel che e certo è che la sua era una storia di forte disagio e di emarginazione sociale. La dipendenza, in questo caso dall’alcool, è una malattia che, certamente, in carcere non può curare. Cristian doveva giustamente scontare la sua pena, ma fuori dal carcere, in una struttura in grado di aiutarlo concretamente a superare le sue problematiche».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alatri, tragedia a Tecchiena: scoppia bombola di gas e muore un anziano. Identificata la vittima

  • Coronavirus, bollettino 25 marzo: morto, purtroppo, il 62enne frusinate Gaetano Corvo, docente in pensione

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, scoppia il caso Città Bianca: ben 16 positivi nella Casa di Cura di Veroli

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento