Cassino, arresti denunce e segnalazioni per il controllo del territorio

Proseguono con costanza ed impegno i servizi di prevenzione e controllo, disposti dal Comando Compagnia di Cassino,sulle principali arterie stradali che collegano i centri abitati del comprensorio, al fine di garantire maggiori standar di...

Proseguono con costanza ed impegno i servizi di prevenzione e controllo, disposti dal Comando Compagnia di Cassino,sulle principali arterie stradali che collegano i centri abitati del comprensorio, al fine di garantire maggiori standar di sicurezza ai cittadini, in questo periodo estivo. Sono stati incrementati i servizi di vigilanza nei rispettivi territori di competenza e disposti posti di controllo tesi alla captazione di soggetti di interesse operativo. Durante l’espletamento di tale attività preventiva sono state deferite in stato di libertà:

a) per inosservanza ad un provvedimento dell’Autorità di P.S, un 59enne ed un 34enne, entrambi di nazionalità slava, residenti a Roma; un 34enne di nazionalità Rumena, residente a Roma; un 42enne, residente a Napoli; un 38enne, residente a Napoli d un 20enne, residente a Ceprano, poiché sorprese dai militari operanti nel centro della “ Città Martire”, inadempienti al divieto di far ritorno nel Comune di Cassino per anni tre

b) per evasione un 43enne, domiciliato in Cassino, per essersi allontanato senza alcuna autorizzazione dal luogo ove era sottoposto agli arresti domiciliari;

c) per guida in stato ebbrezza alcolica, un 27enne di Rocca D’Evandro, poiché sorpreso alla guida di un autovettura e sottoposto a test etilometrico, risultava avere un tasso superiore a quello stabilito dalla norma.

Nel corso del servizio, inoltre, sono state identificate 48 persone, controllate 36autovetture nonché elevate 12 contravvenzioni al C.d.S. e sequestrate amministrativamente 2 autoveicoli poiché sprovvisti di assicurazione obbligatorio verso terzi.

Sempre aCassino, i militari del N.O.R.M. Aliquota Radiomobile, traevano in arresto, , due persone di nazionalità polacca, poiché resisi responsabili dei reati di “tentata estorsione, resistenza e oltraggio a P.U.”. I due in stato di ebbrezza alcoolica, dopo aver fermato un ignaro automobilista di transito in una nota Piazza di Cassino, gli chiedevano denaro e, ricevuta la risposta negativa, colpivano con pugni il lunotto posteriore dell’autoveicolo, generando il panico nell’affollata Piazza, con un fuggi – fuggi generale degli avventori che si trovavano nei locali pubblici, ivi esistenti. Sul posto si recava immediatamente personale dell’Aliquota Radiomobile che procedeva al fermo dei due, che, per sottrarsi al controllo, opponevano una vibrata resistenza e oltraggiavano con parole offensive gli operanti.

Uno dei due, era già noto agli operanti poiché in data 28 marzo u.s. era stato già tratto in arresto, in Piedimonte San Germano (FR) poiché resosi responsabile del reato di “ furto aggravato”.

Gli arrestati, ad espletate formalità di rito e per come disposto dalla competente A.G., , venivano associati presso la Casa Circondariale di Cassino, in attesa del rito per direttissima, che veniva celebrato nella mattinata odierna e rinviato a domani dall’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • La moglie muore in ospedale, il marito indagato per maltrattamenti e lesioni

  • Sanità, addio codice rosso nei Pronto Soccorso. Dal 2020 i numeri sostituiranno i colori

  • Alatri, Francesco Scarsella accusato di omicidio stradale sconterà la pena ai domiciliari

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento