Cassino, Zingaretti: “Fiat, pronti 4,6 milioni per infrastrutture e sostegno all’indotto”

“Sembrano arrivare buone notizie per lo stabilimento produttivo Fiat di Cassino. Anche la Regione Lazio è pronta a fare la sua parte per il rilancio dello stabilimento e per sostenere l’indotto”. 

“Sembrano arrivare buone notizie per lo stabilimento produttivo Fiat di Cassino. Anche la Regione Lazio è pronta a fare la sua parte per il rilancio dello stabilimento e per sostenere l’indotto”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “Voglio infatti ricordare – ha aggiunto Zingaretti – che la Regione Lazio, dopo anni di latitanza, ha recentemente rifinanziato la legge regionale 46 del 2002, quella sull’“indotto Fiat”, ed è pronta a investire 4,6 milioni di euro per le infrastrutture e le imprese collegate al grande impianto produttivo. In particolare pensiamo, da un lato, di intervenire, con 1,4 milioni di euro, sulla viabilità attorno allo stabilimento di Cassino, a servizio dell’impianto Fiat e di tutto l’indotto. Dall’altro, intendiamo utilizzare i restanti 3,2 milioni per pubblicare un bando rivolto alle aziende, a sostegno dell’indotto della Fiat e per la promozione di start up e reti d’imprese nel territorio cassinate”.

“Il piano operativo di questi interventi, che renderemo operativo entro l’estate – ha detto ancora Zingaretti – sarà presentato e condiviso con parti sociali, istituzioni locali, università e imprese in un incontro che gli assessori allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani, e al Lavoro, Lucia Valente, promuoveranno già nei prossimi giorni”, ha concluso.

DANIELA BIANCHI: LA PROVINCIA DI FROSINONE TORNA PROTAGONISTA DELLO SVILUPPO REGIONALE

-La provincia di Frosinone sta tornando centrale nello sviluppo economico del Lazio. Dopo l’Accordo di Programma per l’area nord, il piano di investimenti annunciato dalla Fiat, con 5 miliardi per il rilancio del marchio Alfa Romeo potrebbe aprire una nuova fase per l’area sud, dopo anni di cassa-integrazione. Queste le dichiarazioni di Daniela Bianchi, consigliera regionale del gruppo "Per il Lazio" alla presentazione del piano industriale di Fiat-Crysler di oggi.

-La Regione in questo sta facendo la sua parte, segnando un netto cambiamento con il passato. E’ tornata a sostenere progetti di lungo termine, ambizioni e in grado di creare lavoro ed economia duraturi. Verranno infatti investiti 4,3 milioni di euro di fondi regionali per l’area del cassinate, che permetteranno alla Fiat di puntare con maggiori decisione sullo stabilimento di Piedimonte e sul suo indotto.

Un'azione che riconsegna credibilità e autorevolezza all'azione politica, sopratutto perchè si tratta di fondi destinati alle infrastrutture e alla nascita di startup.-

Questi interventi della Regione sul territorio sono anche la migliore risposta a chi parla di vuoto politico riferendosi alla nostra provincia. Sono convinta che la politica debba disegnare strategie, sostenere progetti e fissare obiettivi per il benessere dei cittadini. Altro è pensare di controllare e dominare un territorio , secondo logiche vecchie, lontane dalla realtà e che tarpano le ali alla voglia di fare e di crescere. La priorità infatti resta quella di avviare politiche di sostegno all’innovazione e alla crescita del capitale umano.

-Il piano annunciato oggi- conclude al consigliera- potrebbe essere anche e soprattutto un’affermazione dei lavoratori cassinati del gruppo, che hanno dimostrato, nonostante la crisi, di saper competere per capacità e conoscenze con tutto il mondo.-

VALENTE, ‘ESITI POSITIVI DOPO INCONTRO CON DIPENDENTI ALMAVIVA’

“Siamo molto preoccupati per le ricadute occupazionali che può avere la crisi di un’azienda che dà lavoro a circa 2mila persone solo nella nostra Regione. Entro la prossima settimana convocheremo l’azienda”.

Lo afferma in una nota l’assessore al Lavoro della Regione Lazio, Lucia Valente in seguito ad un incontro con i lavoratori Almaviva presso la sede regionale.

“Sono anche cosciente del fatto che la crisi dell’azienda Almaviva sia solo una parte di un problema più complesso che riguarda più in generale un settore, quello dei call-center, in crisi da tempo – ha continuato – Per questo seguiremo attivamente i lavori dell’indagine conoscitiva della Commissione Lavoro della Camera che inizieranno il prossimo giovedì 8 maggio”.

“Auspico – ha concluso Valente – che l’esito dell’indagine conduca ad una soluzione che possa risolvere un problema che non riguarda solo il Lazio e possa aiutare lo sviluppo di un settore in crisi e tutelare l’occupazione anche riconoscendo le diverse professionalità impiegate in un settore che soffre invece di una forte deregolamentazione di tipo contrattuale e di lavoro”.

TEATRO DI ROMA; RAVERA, ‘BUON LAVORO A CALBI, HA ENTUSIASMO E IDEE INNOVATIVE’

“Accogliamo con soddisfazione la nomina di Antonio Calbi come direttore del Teatro di Roma. Antonio Calbi ha una lunga esperienza manageriale, idee innovative e un grande entusiasmo. A lui e al presidente Marino Sinibaldi auguriamo buon lavoro" Lo dichiara in una nota l’assessore alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio, Lidia Ravera

SCUOLA: SMERIGLIO, ‘CON ON DEMAND FINANZIATI QUASI 200 PROGETTI IN 500 SCUOLE’

E’ online la graduatoria dei progetti finanziati per la seconda tranche del bando ‘On demand’ all’interno del pacchetto ‘Fuoriclasse’ destinato alle scuole del Lazio. Per la scadenza del 27 febbraio sono stati stanziati 1,1 milioni. Complessivamente sono stati finanziati 78 progetti per oltre 200 istituti coinvolti. Nel dettaglio 47 progetti saranno attuati nelle scuole di Roma, 11 nei comuni della provincia della Capitale, 9 a Viterbo, 7 a Frosinone, 2 a Rieti e Latina.

Per quanto riguarda le aree specifiche di intervento oltre il 38% dei progetti riguarderà il tema dell’innovazione, qualificazione e internazionalizzazione dell'offerta scolastica, il 18% disabilità, salute, prevenzione, benessere scolastico, il 16% integrazione e lotta alla discriminazione e al bullismo e il 12% l’educazione ambientale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra la prima e la seconda tranche del bando ‘On demand’ abbiamo finanziato poco meno di 200 progetti didattici. La partecipazione al bando, con ad oggi oltre 500 scuole coinvolte, è andata oltre ogni previsione e testimonia da un lato il protagonismo, dall’altro l’esigenza che la scuola pubblica ha di implementare con progetti aggiuntivi la didattica tradizionale.La Regione Lazio ha stanziato complessivamente per questi progetti 2,5 milioni, 400 mila euro in più rispetto a quanto previsto inizialmente, proprio per venire incontro a questa richiesta. Il bando ‘On demand’, insieme ai progetti legati alla memoria, alla cultura e alla lotta all’omofobia, oltre agli interventi sull’edilizia scolastica, rappresenta il successo del pacchetto ‘Fuoriclasse’” dichiara il vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alatri, tragedia a Tecchiena: scoppia bombola di gas e muore un anziano. Identificata la vittima

  • Coronavirus, bollettino 25 marzo: morto, purtroppo, il 62enne frusinate Gaetano Corvo, docente in pensione

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

  • Coronavirus, scoppia il caso Città Bianca: ben 16 positivi nella Casa di Cura di Veroli

  • Coronavirus, boom di decessi in provincia di Frosinone tra gli ormai 315 casi positivi

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento