Aprilia, un bacino territoriale ottimale per la gestione dei rifiuti, l’incontro promosso dal Sindaco Terra

Ha avuto luogo ieri pomeriggio, presso l’Ufficio del Sindaco di Aprilia, un nuovo confronto diretto tra gli Amministratori dei diversi Comuni limitrofi, finalizzato alla costituzione di un bacino territoriale ottimale per il servizio di raccolta e...

Ha avuto luogo ieri pomeriggio, presso l’Ufficio del Sindaco di Aprilia, un nuovo confronto diretto tra gli Amministratori dei diversi Comuni limitrofi, finalizzato alla costituzione di un bacino territoriale ottimale per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

All’incontro, convocato e presieduto dal Sindaco Antonio Terra, erano invitati i legali rappresentanti dei Comuni di Anzio, Ardea, Cori, Rocca Massima, Sermoneta, Cisterna, Lanuvio, Nettuno, Pomezia e Norma

L’ipotesi alla base della proposta di costituzione di un ambito territoriale cosiddetto dei rifiuti, oltre all’economicità di gestione complessiva rispetto ad una gestione circoscritta ai singoli perimetri comunali, si basa sulla capacità del territorio in questione di chiudere al suo interno il ciclo dei rifiuti con i mezzi, le strutture e gli impianti già presenti ed operativi. Grazie al positivo incremento della raccolta differenziata, le cui percentuali sono in crescita ad Aprilia per diretta conseguenza dell’apertura dell’Ecocentro e dell’estensione del servizio di raccolta porta a porta in nuovi quartieri, nonché alla presenza di aziende private di media grandezza per il trattamento di materia prima secondaria, il territorio può chiudere il ciclo dei rifiuti senza l’insediamento di nuove discariche, ovvero di impianti per l’incenerimento la cui collocazione, come convenuto da tutti, costituirebbe una scelta sbagliata vista la vocazione agricola biologica e di qualità, nonché la densità demografica generale. SCARICHI DELLE ACQUE REFLUE DOMESTICHE, L’IPOTESI DEI CONSORZI PER L’ABBATTIMENTO DEI COSTI A CARICO DEL CITTADINO Ha avuto luogo lunedì pomeriggio, presso l’Aula Consiliare del Comune di Aprilia, un’assemblea pubblica promossa dall’Amministrazione cui hanno preso parte i rappresentanti dei Consorzi e delle Borgate del territorio comunale. L’occasione era di un confronto diretto sul nuovo regolamento di autorizzazione agli scarichi delle acque reflue domestiche nei comparti territoriali ancora non serviti da pubblica fognatura. L’atto, approvato in Consiglio Comunale con Deliberazione n. 83 dell’11 dicembre 2014, ha suscitato non poche perplessità da parte dei residenti delle periferie, per l’obbligo di legge di verificare la regolarità del proprio impianto di smaltimento ed eventualmente di regolarizzare tempestivamente le difformità riscontrate rispetto alla normativa nazionale vigente. All’assemblea pubblica, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, sono intervenuti il Sindaco Antonio Terra, il Vicesindaco con deleghe all’Urbanistica Franco Gabriele e gli Assessori ai Lavori Pubblici Mauro Fioratti Spallacci e all’Ambiente Alessandra Lombardi. L’Amministrazione Comunale ha posto l’ipotesi di costituzione di consorzi all’interno dei nuclei abitativi spontanei (giuridicamente riconosciuti ai sensi della Legge 724/94) per condividere i costi di progettualità e relativi agli oneri concessori, ai fini di un considerevole abbattimento delle spese a carico della singola famiglia. L’ipotesi è stata valutata positivamente dagli interlocutori, ferma restando la più ampia possibile diffusione delle notizie circa l’opportunità prospettata, attraverso assemblee pubbliche nelle borgate. La costituzione di consorzi di nuclei abitativi strutturati in modo tale da provvedere collettivamente all’adeguamento degli impianti di scarico delle acque reflue può avere anche la funzione di prevenire eventuali speculazioni sui costi da parte delle società del settore, a danno dei cittadini. All’uopo l’Amministrazione Comunale ha anche invitato i rappresentanti delle periferie di Aprilia a segnalare ogni eventuale anomalia in merito. TERZO ANNIVERSARIO DELLA TRAGEDIA DI PONTE SAN NICOLÒ, PRESSO LA PARROCCHIA LA RESURREZIONE DI MONTARELLI UNA MESSA IN SUFFRAGIO DELLE CINQUE VITTIME È stata celebrata ieri sera, presso la parrocchia La Resurrezione di Montarelli, una Santa Messa in suffragio di Roberto Arioli, Maria Ivana Aronica, Settimio Iaconianni, Maria Domenica Colella e Gianfranco Gruosso, le cinque vittime del tragico incidente stradale che ha visto coinvolto il pullman turistico sul quale viaggiavano i soci dell’Associazione Nazionale Carabinieri, nel terzo anniversario dell’evento luttuoso. I volontari dell’Anc insieme ai loro familiari (il Tenente Arioli era il Presidente della sezione locale dell’Associazione Nazionale Carabinieri di protezione civile) erano diretti a Venezia per il raduno nazionale dell’Anc, ma in località Ponte San Nicolò, nel padovano, avvenne il tragico incidente. Alla cerimonia religiosa di ieri hanno preso parte l’Amministrazione Comunale e i rappresentanti del Reparto Territoriale dell’Arma dei Carabinieri. LA FAVOLA DI BECCO DI RAME ANCORA PROTAGONISTA. IL VETERINARIO BRIGANTI INCONTRA GLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELEDDA E GLI OSPITI DEL GIARDINO DEI SORRISI L’oca Ottorino, soprannominata Becco di Rame per via di una protesi al becco che le permette di nutrirsi in modo autonomo nonostante una menomazione fisica causata dall’aggressione di una volpe, è tornata ad Aprilia insieme al veterinario Alberto Briganti, per incontrare nuovamente i giovani e i giovanissimi appassionatisi a questa favola moderna, tratta da una storia vera. Il veterinario Briganti, autore del libro Becco di Rame, ha portato l’animale protagonista di un intervento chirurgico unico nel suo genere, alla trentesima edizione della Mostra Agricola di Campoverde e, successivamente, nel cortile della Scuola Primaria Grazia Deledda e al Giardino dei Sorrisi, il centro diurno che ospita diversamente abili. L’occasione dell’incontro scolastico è stata fornita dal lavoro didattico svolto dagli studenti dell’indirizzo di Scienze Umane del liceo Antonio Meucci di Aprilia, che ha coinvolto proprio gli alunni della scuola Deledda nell’analisi del libro dedicato alla favola di Becco di Rame. Oggi, 7 Maggio, Ore 18 - L'Assessore alle Politiche sociali e allo Sport, Rita Visini interviene al convegno dell’associazione Aprilia Democratica “Welfare, persona, comunità”. L’iniziativa si tiene ad Aprilia presso l’Istituto comprensivo Menotti Garibaldi, via Enrico Fermi 24.

Potrebbe interessarti

  • Una cerimonia a Cortina per ricordare Fabrizio Spaziani, il medico ciociaro precipitato con l'elicottero (foto e video)

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Spazio, c'è la firma della brillante astronoma frusinate Sara Turriziani sul telescopio Mini-EUSO

  • Non è una provincia per turisti, il Sole 24 Ore spedisce la Ciociaria in fondo alla classifica nazionale

I più letti della settimana

  • Atina, fa un incidente con l'auto delle Poste e si scopre che a bordo c'è anche la madre, denunciata

  • Incidente con il trattore, muore Angelo Patrizi. Oggi i funerali

  • Cassino, rapina a mano armata in pieno centro

  • Paliano, morte di Mario Martini, automobilista serronese indagato per omicidio stradale

  • San Cesareo, presunto caso di malasanità dietro la morte dell'ex sindaco Panzironi. Disposti i funerali

  • Tir a fuoco in A1, code e rallentamenti tra Caianello e San Vittore (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento