Carpineto, sicurezza stradale: Carella, risolvere problema bovini sulla carpinetana

Verificare se si sono state omissioni da parte delle pubbliche autorità nell’individuare i proprietari dei bovini che, lasciati liberi di pascolare, hanno provocato dei gravissimi incidenti sulla strada Carpinetana”. Lo chiede Renzo Carella...

renzo-carella-5

Verificare se si sono state omissioni da parte delle pubbliche autorità nell’individuare i proprietari dei bovini che, lasciati liberi di pascolare, hanno provocato dei gravissimi incidenti sulla strada Carpinetana”. Lo chiede Renzo Carella, deputato del Partito democratico, con un’interrogazione parlamentare sul tema al ministro della Giustizia e dell’Interno.

“Ieri – spiega - si è verificato un ennesimo, gravissimo incidente sulla Strada regionale carpinetana. La persona è ricoverata con prognosi e fratture serie, determinata da un scontro tra la moto e un bovino vagante. L’episodio segue quello analogo verificatosi una settimana fa, sulla stessa strada. Insieme al sindaco di Carpineto, abbiamo fatto presente che in questo modo viene ignorato il principio della sicurezza stradale e coinvolto i prefetti, Pecoraro, Gabrielli, l’attuale Prefetto, il ministero della Sanità. Al Procuratore della Repubblica di Velletri abbiamo chiesto interventi investigativi di polizia giudiziaria per individuare i proprietari di questi animali, che continuano imperterriti a lasciar pascolare centinaia di bovini lunga la strada mettendo, continuamente in pericolo i cittadini di Carpineto , Montelanico, Segni e di tutti quelli che percorrono tale strada. Inizialmente, abbiamo ottenuto dei risultati con l’abbattimento di circa 79 capi, grazie all’ordinanza del sindaco di Carpineto. Le critiche di animalisti e trasmissioni televisive che ne sono seguite hanno però a nostro avviso finito per far prevalere le ragioni degli animalisti sul problema della sicurezza dei cittadini”. “Da parte mia, chiederò al sindaco di Carpineto e agli altri sindaci di decidere come eliminare questi animali, dal momento che di fronte all’assenza dello Stato non si può non tentare di superare il problema della sicurezza, magari con abbattimenti decisi in loco”, conclude.

CARELLA (PD), PONTE DI ARICCIA, BENE L’INTERVENTO DELLA REGIONE LAZIO

Ieri ho avuto un colloquio con l’assessore ai lavori pubblici della Regione Lazio Fabio Refrigeri il quale ha confermato l’intervento economico della Regione d’intesa con l’ANAS, per consentire i lavori del consolidamento del ponte monumentale di Ariccia con il senso alternato, in modo da non creare per il periodo dei lavori ( circa 18 mesi) disagi e l’isolamento dei comuni di Ariccia, Albano, Nemi e Genzano. La Regione farà una apposita convezione con l’ANAS per garantire tutto ciò, anche con la possibilità di ridurre i tempi dei lavori mettendo delle “premialità” alla ditta che si aggiudicherà la gara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dettagli del tentato omicidio. Dopo la discussione, lo sparo alla testa mentre era in auto

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

  • Incidente alla stazione di Ceccano, una persona finisce sotto al treno

  • Piedimonte, in carcere per anni da innocente ottiene il risarcimento dei danni

  • Pensava di essere povero, invece era titolare di ben nove ditte di trasporti, disabile raggirato

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento